fbpx

Tragedia a Messina, infarto alla partita di calcetto: morto Gianfranco Minuti, era il presidente provinciale Asi

gianfranco minuti morto

La tragica notizia ha colpito anche il senatore Claudio Barbaro: “imprenditore di successo, dirigente sportivo capace e propositivo, infine politico appassionato. Sarà impossibile passare lo Stretto e pensare che non potrò più salutarlo”

Una morte improvvisa che ha lasciato nello sconforto la comunità di Messina. Il dott. Gianfranco Minuti, Presidente provinciale ASI, è stato stroncato da un infarto fulminante mentre stava giocando a calcetto, a Villafranca Tirrena, cittadina del comprensorio in cui risiedeva con la famiglia. Nonostante i tempestivi soccorsi, nulla è servito per tenerlo in vita. L’uomo si è spento all’età di 51 anni, lascia la moglie e un figlio di 11 anni. Minuti era molto conosciuto nell’ambiente politico, in particolare vicino alla sezione locale di Fratelli d’Italia. Domani alle 15 sarà possibile dare l’ultimo saluto in occasione dei funerali che saranno celebrati alla chiesa di Salice.

Affranto per la notizia anche il senatore Claudio Barbaro che, tramite le proprie pagine social, dedica un profondo pensiero: “la comunità ASI questa mattina si è svegliata con la morte nel cuore. Gianfranco Minuti, Presidente ASI di Messina ci ha lasciato per un infarto che lo ha colpito durante una partita di calcetto. Sono notizie che non vorremmo mai dare ma che come capo di quella grande famiglia che è per tutti noi l’ASI, ho il dovere di diffondere. Imprenditore di successo, dirigente sportivo capace e propositivo e infine politico appassionato: della sua terra, della sua Italia e del nostro partito. Sono ancora incredulo e non riesco a ancora a pensarci. Passare lo Stretto e sapere che non potrò più salutare Gianfranco mi sembra impossibile. Così come mi sembrerà impossibile non ricevere più le telefonate di Gianfranco in polemica con qualche dirigente locale, sia ASI che di partito. Proteggici dall’alto amico mio. Ti voglio bene. Le bandiere dell’ASI rispettose si inchinano e ti piangono Gianfranco. Ciao riposa in pace”.