fbpx

“Francia vigilerà su diritti in Italia”: Meloni risponde per le rime al ministro Boone

Meloni Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

“Il Governo francese smentisca immediatamente queste parole, che somigliano troppo a una inaccettabile minaccia di ingerenza contro uno Stato sovrano”, scrive in una nota il leader di Fratelli d’Italia

“Leggo su “La Repubblica” che il ministro francese per gli Affari europei, Laurence Boone, avrebbe detto: “Vogliamo lavorare con Roma ma vigileremo su rispetto diritti e libertà” e “saremo molto attenti al rispetto dei valori e delle regole dello Stato di diritto”. Replicando lo scivolone già fatto qualche giorno fa dal primo ministro francese Élisabeth Borne. Voglio sperare che, come spesso accade, la stampa di sinistra abbia travisato le reali dichiarazioni fatte da esponenti di governo stranieri, e confido che il Governo francese smentisca immediatamente queste parole, che somigliano troppo a una inaccettabile minaccia di ingerenza contro uno Stato sovrano, membro dell’Unione Europea”. E’ quanto scrive in una nota Giorgia Meloni, commentando l’intervista rilasciata da Laurence Boone alle colonne di Repubblica.

“L’era dei governi a guida Pd che chiedono tutela all’estero è finita, credo sia chiaro a tutti, in Italia e in Europa”, ha sottolineato il leader di Fratelli d’Italia, ribadendo il concetto de “la pacchia è finita” pronunciato nelle ore subito successive alla vittoria delle elezioni del 25 settembre.