fbpx

Grillo difende il reddito: “formeremo le brigate di cittadinanza”

Beppe Grillo Foto di Valerio Portelli / Ansa

“Qualcuno impedisce con ostacoli burocratici che il percettori del reddito di cittadinanza vengano reinseriti nel mondo del lavoro”, ha scritto sul suo blog il fondatore del M5S

Beppe Grillo, fondatore del Movimento 5 Stelle, difende a spada tratta il reddito di cittadinanza dagli attacchi politici. In linea con il Giuseppe Conte, Grillo non vuole che ci sia alcun passo indietro sullo strumento di sussistenza e sul suo blog scrive di essere pronto a formare le “Brigate di Cittadinanza”“Oggi – spiega – , i percettori del reddito di cittadinanza sono circa 3 milioni, molti dei quali con competenze che vorrebbero mettere a disposizione della comunità. E infatti sarebbe anche previsto che lo possano fare ma “qualcuno” preferisce impedirglielo, creando ostacoli burocratici per renderlo irregolare, se non illegale, perché è più comodo usarli come carne da cannone per fare la guerra ai poveri”.

“Per questo chiamo a rapporto le Brigate di Cittadinanza, cittadini volenterosi che vogliano offrire il loro operato “illegalmente” per aiutare la comunità in cui vivono”, conclude Beppe Grillo.