fbpx

Crisi energetica, Meloni: “è questione europea, azioni di singoli Stati creano distorsioni”

Meloni Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Meloni traccia la strada del nuovo Governo: “sosterremo in Europa ogni azione volta a contrastare i fenomeni speculativi e gli ingiustificati aumenti del costo dell’energia”

Al centro dei programmi del nuovo Governo ci dovranno essere soluzioni per contrastare la crisi energetica che, secondo quanto affermato da Giorgia Meloni, “è una questione europea e come tale deve essere affrontata”. Fratelli d’Italia e i conservatori europei “da sempre sostengono che il vero compito dell’Unione europea dovrebbe essere quello di gestire le grandi sfide continentali difficilmente affrontabili dai singoli Stati membri. Azioni di singoli Stati tese a sfruttare i propri punti di forza rischiano di interferire nella competitività delle aziende e creare distorsioni nel mercato unico europeo”, sottolinea il leader del partito di Centrodestra riferendosi alle azioni intraprese dalla Germania e dai comportamenti speculativi di Olanda e Paesi del nord Europa.

“Sosterremo in Europa ogni azione volta a contrastare i fenomeni speculativi e gli ingiustificati aumenti del costo dell’energia e appoggeremo ogni iniziativa condivisa di concreto aiuto a famiglie e imprese”, ha concluso Meloni.