fbpx

Covid, Schillaci: “il quadro epidemiologico è mutato, basso impatto sugli ospedali”

Orazio Schillaci

Covid, le parole del ministro della Salute Orazio Schillaci

L’impatto del Covid continua a essere basso sugli ospedali, e c’è il problema della grave carenza di personale negli ospedali che deriva da una programmazione evidentemente sbagliata degli ultimi 10 anni, con il ricorso a medici extracomunitari o a gettone: crediamo che rimettere al lavoro questi medici serve soprattutto a contrastare questa penuria di personale, garantendo così il diritto alla salute“. Lo dice il ministro della Salute Orazio Schillaci nella conferenza stampa post-Cdm a Palazzo Chigi.

Stamattina ho firmato l’ordinanza che proroga l’obbligo dell’utilizzo dei dispositivii di protezione nelle strutture sanitarie, in relazione anche al fatto che ci stiamo approssimando alla stagione influenzale. Mai abbiamo pensato di non andare in questa direzione, non c’è stato alcun ripensamento“. Lo dice il ministro della Salute Orazio Schillaci nella conferenza stampa post-Cdm a Palazzo Chigi.

E’ anticipati al 1 novembre la scadenza dell’obbligo di vaccinazione Covid. Questo perchè il quadro epidemiologico è mutato, in particolare dai dati si vede che impatto su ospedali è limitato e c’è diminuzione contagi e stabilizzazione occupazione ospedali. A cio’ si aggiunge la carenza del personale medico: quindi aver rimesso a lavorare questi medici non vaccinati serve a contrastare la carenza e garantire il diritto alla salute“. Lo ha detto il ministro della Salute, Orazio Schillaci, alla conferenza stampa successiva al Consiglio dei ministri.