fbpx

Corap, sindacati chiedono tavolo istituzionale per risolvere le criticità di 76 dipendenti

Corap

I sindacati chiedono un tavolo istituzionale per risolvere le criticità riguardanti i 76 dipendenti delle funzioni e del patrimonio pubblico del Corap

Le sottoscritte sigle sindacali, richiamando gli impegni assunti dal Sig. Commissario nel corso dell’ultimo incontro del mese di luglio c.a. e considerando che in data 30/09/2022 è avvenuto il deposito dello stato passivo che ad oggi delinea e definisce la situazione debitoria all’atto dell’inizio della procedura, evidenziano come sia necessario da subito avviare la seconda fase del percorso che riguarda la realizzazione dell’attivo e lo smistamento dei soli 76 dipendenti, delle funzioni e del patrimonio pubblico in dotazione al Corap così come previsto dal decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, convertito con legge 29 luglio 2021, n. 108 e dal art. 51 del CCNL FICEI/Dipendenti 2022“. È quanto si legge in un comunicato stampa diffuso dai sindacati calabresi CGIL, CISL FP, UILFPL, UGL, FINDICI, SUL.

Risulta chiaro a tutti come diventa indispensabile ed indifferibile dare risposte ai lavoratori, interessati dalle tutele normative sopra citate, ponendo fine a questo calvario che dura da anni e dare, contemporaneamente, la possibilità alle aziende insediate di avere un interlocutore operativo, nel pieno delle proprie funzioni, e non soggetto a procedure concorsuali come il Corap. Alla luce di quanto sopra con la presente si chiede di voler attivare un Tavolo Istituzionale al fine di salvaguardare i livelli occupazionali e le importanti funzioni istituzionali dell’Ente“, concludono le sigle sindacali.