fbpx

Caro carburante: prorogato il taglio delle accise fino al 18 novembre

Benzina gasolio Foto Ansa

Approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di accise e IVA sui carburanti

Prorogato al 18 novembre il taglio delle accise sui carburanti. Lo prevede, secondo quanto si apprende, il decreto legge approvato oggi dal Consiglio dei ministri.

Il Consiglio dei ministri odierno, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di accise e IVA sui carburanti. Al fine di contrastare il perdurare della crisi energetica e, in particolare, l’aumento dei costi dei carburanti, in continuità con gli interventi emergenziali adottati nel corso del 2022, si proroga, fino al 18 novembre 2022: la riduzione delle aliquote di accisa su prodotti energetici utilizzati come carburanti (aliquote di accisa sulla benzina, sul gasolio e sui gas di petrolio liquefatti (GPL) impiegati come carburanti); l’esenzione dall’accisa per il gas naturale per autotrazione; la riduzione dell’aliquota IVA (fissata al 5%) per le forniture di gas naturale impiegato in autotrazione. Lo riporta una nota di Palazzo Chigi.