fbpx

Calabria, corso formativo aperto a tutte le figure sanitarie: le INFO

medici pronto soccorso

Medicina di genere e allineamento formativo per le professioni sanitarie in Calabria: 27-28 ottobre alla Cittadella Regionale

Il Dipartimento Salute della Regione, diretto da Iole Fantozzi, e il Tavolo Tecnico regionale, coordinato da Maria Pompea Bernardi, hanno avviato un programma di incontri relativo all’allineamento formativo per le professioni sanitarie in Calabria in tema di Medicina di Genere. I prossimi 27 e 28 ottobre, alla Cittadella regionale, si partirà con la formazione dei primi referenti indicati dalle aziende sanitarie, ospedaliere e universitarie. Il Corso formativo è aperto a tutte le figure sanitarie e alle diverse specialità con possibilità di ottenere crediti formativi. Dopo le prime due giornate, il ciclo formativo proseguirà, sempre alla Cittadella regionale, il 3 e 4 novembre con approfondimenti specialistici di prestigiosi relatori regionali e nazionali.

Continuerà, poi, a gennaio con altre due giornate ancora da stabilire. Con questa ratio la medicina di genere si inserisce così a pieno titolo nel programma formativo della regione Calabria che tende ad allinearsi a quanto regolamentato dal Piano Applicativo Nazionale nato dopo la Legge 3 Art.3. Le giornate formative coinvolgeranno tutte le figure impegnate nelle professioni sanitarie operanti nelle strutture pubbliche e private, che saranno supportate nell’aggiornamento formativo riguardanti le prestazioni sanitarie sempre più appropriate ed efficaci, allineando le conoscenze del personale medico e sanitario calabrese in tema di Medicina di Genere con i riferimenti istituzionali nazionali.

“L’approccio della Medicina di Genere garantisce ad ogni individuo l’appropriatezza degli interventi di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione, con particolare attenzione alle malattie che presentano rilevanti differenze di genere nell’incidenza, nella prevenzione, nella sintomatologia, nella diagnosi, nella prognosi e nell’accesso alle cure”. Lo afferma Caterina Ermio, neurologa, primario dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia Terme e referente regionale del tavolo di Medicina di genere. “Per questo – prosegue – si rende necessario coinvolgere e responsabilizzare tutte le componenti del Sistema salute e garantire adeguati livelli di formazione e di aggiornamento del personale medico e sanitario attraverso un approccio interdisciplinare tra le diverse aree sanitarie”.

Per le due giornate di ottobre sono previste 3 sessioni e altrettante per quelle di dicembre con il riconoscimento di 11,7 crediti formativi per tutte le professioni sanitarie. Questo il calendario degli incontri previsti: (in allegato la locandina di ottobre con i riferimenti di segreteria per accedere alle iscrizioni): 27 ottobre 2022 , dalle 8.30 alle 17, Cittadella regionale: “Applicare la medicina di genere nei contesti cura: differenza di genere in sanità”. 28 ottobre 2022, dalle 8.30 alle 12, Cittadella regionale: “Applicare la medicina di genere nei contesti cura: differenza di genere in sanità”. Gennaio 2022, Cittadella regionale, date da stabilire: “Applicare la medicina di genere nei contesti di cura: neuroscienze e medicina di genere”.