fbpx

Berlusconi a La Russa al Senato: “ma vaffanculo”. Forza Italia non vota | VIDEO

  • Foto di Dimeo / Ansa
    Foto di Dimeo / Ansa
  • Foto di Dimeo / Ansa
    Foto di Dimeo / Ansa
  • Foto di Dimeo / Ansa
    Foto di Dimeo / Ansa
  • Foto di Dimeo / Ansa
    Foto di Dimeo / Ansa
  • Foto di Dimeo / Ansa
    Foto di Dimeo / Ansa
  • Foto di Dimeo / Ansa
    Foto di Dimeo / Ansa
  • Foto di Dimeo / Ansa
    Foto di Dimeo / Ansa
/

Un voto più complicato del previsto per Silvio Berlusconi in Senato

Clima tesissimo in Senato tra alleati di centrodestra. Silvio Berlusconi, dopo un colloquio con Matteo Salvini nell’aula, si è intrattenuto con Elisabetta Casellati e Francesco Paolo Sisto, i candidati di Forza Italia al ministero della Giustizia che Giorgia Meloni però non vorrebbe. Berlusconi raccoglie lo sfogo di Casellati, piuttosto arrabbiata. La presidente del Senato uscente, poi, si attacca a Ignazio La Russa. Lo incalza, lui la ascolta ma scrolla le spalle. Passano i minuti, La Russa vota e poi si avvicina a Berlusconi, che pare chiedergli conto di qualcosa. L’ex ministro si batte il petto, allarga le braccia, come a dire: io non c’entro. Berlusconi perde la pazienza, batte i pugni sul tavolo e rivolto a La Russa: “Vaffanculo”.

Al termine della chiama dell’Aula di Palazzo Madama, Forza Italia risulta assente alle votazioni per l’elezione del presidente del Senato. Per gli azzurri hanno votato solamente Berlusconi e Casellati. La presidente Liliana Segre ha ripetuto per due volte l’invito agli assenti a votare e ha dunque chiuso le votazioni.

Un voto più complicato del previsto per Silvio Berlusconi in Senato. Il presidente di Forza Italia ha votato alla seconda chiama in corso a palazzo Madama. Accompagnato verso il catafalco da Daniela Santanchè, tra gli applausi dei senatori di Fi e FdI, l’ex premier è entrato nella cabina. Santanchè è andato ad attenderlo all’uscita, sull’altro lato. Passato qualche secondo, probabilmente per scrivere il nome del presidente sulla scheda, Berlusconi è però uscito dalla parte sbagliata, ovvero dall’entrata, spiazzando anche Santanchè. Un commesso parlamentare ha subito spiegato l’errore e ha indirizzato il leader azzurro di nuovo verso il catafalco. Berlusconi è entrato e uscito dalla parte giusta, ma una volta fuori ha avuto qualche difficoltà a individuare l’urna per depositare la scheda. Santanchè, che lo ha accolto a braccia aperte, gli ha mostrato dove depositare il voto. Infine, qualche passo verso i senatori di centrodestra con cui si è fermato a conversare.

Clima tesissimo in Senato tra alleati di centrodestra: Berlusconi perde la pazienza | VIDEO