fbpx

Aeroporto dello Stretto: raddoppiano i voli con Roma, l’ENAV rimuove la “categoria C” e sono pubblicati i primi 3 bandi

aeroporto dello stretto

Ancora buone notizie per l’Aeroporto dello Stretto: Occhiuto è raggiante per “risultati epocali”

Altra giornata di buone notizie per l’Aeroporto dello Stretto: il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto ha annunciato tre importanti novità per lo scalo reggino. “Sugli aeroporti, è proprio il caso di dirlo, stiamo volando”, esordisce Occhiuto con una nota ufficiale”.

“La scorsa settimana la firma del Contratto istituzionale di sviluppo con la ministra per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, grazie al quale avremo nei prossimi anni oltre 215 milioni di euro per rinnovare strutturalmente i tre scali calabresi.
Adesso lavoriamo senza sosta per mettere a terra, in modo rapido ed efficace, le risorse a disposizione”.

“La notizia di oggi è che sono stati pubblicati tre bandi che riguardano l’aeroporto di Reggio Calabria: 17.211.154 di euro stanziati dallo Stato grazie al cosiddetto emendamento Cannizzaro che verranno spesi nei prossimi mesi per iniziare a disegnare il ‘Tito Minniti’ del futuro. Avremo 13.919.994 euro per l’adeguamento, la riqualifica e l’ampliamento dell’aerostazione passeggeri; 2.315.785 euro per la riqualifica degli impianti di controllo e smistamento dei bagagli da stiva; 978.375 euro per i sistemi antintrusione perimetrali”.

”Un’altra novità epocale per l’aeroporto di Reggio Calabria è lo stop alla categoria C. L’Ente nazionale per l’aviazione civile ha, infatti, deciso di anticipare la decisione dell’Agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) nella parte che ridefinisce la categorizzazione degli scali in base ai requisiti imposti ai comandanti e agli equipaggi degli aerei”.

“Adesso Sacal potrà operare per adeguare disposizioni e documenti e far decadere così innumerevoli limitazioni che per decenni hanno penalizzato l’aeroporto reggino. Grazie a tutto questo il ‘Tito Minniti’ diverrà più appetibile per le compagnie aeree e soprattutto per le low cost, che potranno così programmare nuove rotte nazionali ed internazionali.
Questi risultati sono stati possibili anche grazie alla continua e positiva collaborazione che abbiamo instaurato – e per questo ringrazio l’amministratore unico di Sacal, Marco Franchini, che sta facendo un grande lavoro – con l’Enac, l’Ente regolatore del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili che coordinerà tutte le iniziative in grado di fare del sistema aeroportuale calabrese il laboratorio di innovazioni ed efficienza del trasporto aereo italiano”.

“Dal primo novembre, infine, dopo l’accordo raggiunto quest’estate tra Sacal e Ita Airways, raddoppieranno le tratte giornaliere tra Reggio Calabria e Roma Fiumicino. La città eterna sarà raggiungibile con un volo alle 6.30 e con un secondo alle 15.15; per rientrare dalla Capitale all’aeroporto dello Stretto ci saranno, invece, due opzioni: 13.20 o 21.35”, conclude Occhiuto.