fbpx

Aeroporto, Cannizzaro raggiante: “è un bellissimo giorno per Reggio Calabria. E ai detrattori…”

cannizzaro aeroporto

L’Onorevole Francesco Cannizzaro è raggiante dopo l’ultima novità sull’Aeroporto dello Stretto annunciata dal Governatore Roberto Occhiuto

Gli scali calabresi continuano ad essere l’argomento centrale di queste settimane in Regione. Ancor di più a Reggio Calabria, dove si attendono le novità per l’ammodernamento dell’Aeroporto dello Stretto, mentre nel frattempo ci saranno tre nuove rotte in Italia a partire da gennaio. L’ultima novità è stata poi annunciata questa mattina dal Governatore Roberto Occhiuto, relativamente a tre nuovi bandi tra cui anche il cambio di categoria dello scalo reggino. Su questo è intervenuto, tramite i propri canali social, l’Onorevole Francesco Cannizzaro, che parla di “svolta epocale. E la si deve all’incredibile lavoro che sta portando avanti il Presidente della Regione, Roberto Occhiuto, per rivoluzionare ciascun settore della Calabria. Quella odierna sarebbe l’occasione perfetta per prenderci la rivincita su tutti quei detrattori, criticoni, scettici, che in quest’ultimo anno ne hanno dette di tutti i tipi sul nostro operato pro aeroporto ed in particolare sul mio emendamento. Ma non è questo il giorno. Oggi è un giorno bellissimo per tutta Reggio Calabria e per ogni reggino, anche per chi non risiede più qui e per chi non prende mai l’aereo. La grande operazione che stiamo portando avanti sul ‘Tito Minniti’ ha una portata che ancora forse non tutti hanno compreso. Presto il nostro aeroporto volerà come non ha mai volato prima!”.

Il politico reggino neo-rieletto in Parlamento è raggiante nell’illustrare ciò che si andrà a fare:

  • tre bandi pubblicati da Sacal, per un importo totale di oltre 17 milioni di euro tratti dall’emendamento Cannizzaro, per adeguamento, ammodernamento e ampliamento dell’aerostazione passeggeri, per riqualifica degli impianti di controllo e smistamento dei bagagli da stiva, per l’installazione dei sistemi antintrusione perimetrali;
  • decisione di ENAC di anticipare le valutazioni dell’EASA (Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea) nella parte che ridefinisce la categorizzazione degli scali in base ai requisiti imposti ai comandanti e agli equipaggi degli aerei.

“Tradotto: doppia svolta – aggiunge il deputato di Forza Italia – una burocratica e l’altra infrastrutturale. Binari paralleli che si intrecciano quello dei lavori di rimessa a nuovo dell’aeroporto e quello dell’abbattimento delle limitazioni imposte dalla categoria C. Si sta avanzando in maniera molto spedita su entrambi, come dimostrano i fatti. L’emendamento Cannizzaro e tutte le altre misure che riguardano le risorse economiche stanno andando avanti nel loro iter; nel frattempo Sacal potrà finalmente procedere con quelle documentazioni atte a far decadere le pesanti limitazioni che finora hanno clamorosamente frenato il nostro aeroporto. Questo è stato, è e sarà possibile solo grazie allo straordinario lavoro di squadra che si sta portando avanti da oltre un anno con il Presidente Roberto Occhiuto e grazie alla bravura tecnica e quindi alla decisiva accelerazione impressa dall’Amministratore unico di Sacal, Marco Franchini. Il sistema aeroportuale calabrese – conclude Francesco Cannizzaro – nei prossimi anni non avrà nulla da invidiare al resto d’Italia”.