fbpx

Ucraina, Orsini: “l’Occidente non vuole la pace, ecco perché”

mariupol bombe su scuola

“E’ la guerra fatta con la vita degli altri, in Ucraina, Siria, Yemen e non solo”, ritiene il noto professore

La Russia potrebbe “sventrare” l’Ucraina “come e quando vuole ed è quello che è successo e che accade tutti i giorni”. E’ questa la chiave di lettura data dal professore Alessandro Orsini. Lo studioso dei fenomeni politici e terroristici, commenta la situazione che si sta vivendo nell’Est Europa e riporta le immagini di un video che dimostra la distruzione di Mariupol dopo gli attacchi dell’esercito di Vladimir Putin: “giudicate voi da queste immagini. E’ vero o non è vero che la Russia sta sventrando l’Ucraina? Ma la narrazione in Italia è che in Ucraina va tutto bene, non ci sono problemi, al massimo un paio di vetri rotti e qualche ferito”.

Orsini, dunque, continua ad essere fermo sulle sue posizioni: “è la disonestà di chi promuove politiche di morte e che sta cercando di costruire il consenso intorno al prossimo invio di armi pesanti. E’ la disonestà di chi vuole farci credere che il popolo ucraino non soffra per giustificare l'”alimentazione” continua della guerra dall’esterno da parte del blocco occidentale e il rifiuto di questo stesso blocco di dialogare per una soluzione pacifica del conflitto”.

“L’Occidente vuole la guerra, non vuole la pace – sottolinea ancora il professore – . Potendo scegliere tra la guerra e la pace, l’Occidente sceglie la guerra in Ucraina tutti i giorni. Il blocco occidentale vuole sconfiggere la Russia sul campo e tutto questo deve essere pagato dal popolo ucraino. L’Italia non intende inviare un solo soldato a morire in Ucraina e non intende subire nemmeno un bombardamento dalla Russia. E’ la guerra fatta con la vita degli altri, in Ucraina, Siria, Yemen e non solo. Guardate queste immagini e ditemi: è vero o non è vero che la Russia sta sventrando l’Ucraina?”.