fbpx

Sicilia, riceve maxi bolletta: deve pagare 83 mila euro. E accusa un malore finendo in ospedale

Caro Bollette

Questo, per un solo mese di fornitura di energia elettrica. E’ un importo elevatissimo, tra l’altro per un solo mese. Un importo che metterebbe KO chiunque. E infatti l’uomo ha accusato un malore subito dopo, venendo trasportato di corsa in ospedale

Già la situazione e grave e delicata di per sé, ma forse, quanto accaduto a Davide Bellitteri, va oltre ogni più catastrofica immaginazione. L’imprenditore siciliano, più precisamente di un resort di Marsala, ha infatti ricevuto una maxi bolletta: dovrebbe pagare 83 mila euro, per la precisione 83.318,08, entro il 6 ottobre. Questo, per un solo mese di fornitura di energia elettrica. E’ un importo elevatissimo, tra l’altro per un solo mese. Un importo che metterebbe KO chiunque. E infatti l’uomo ha accusato un malore subito dopo, venendo trasportato di corsa in ospedale. “Non vedevo più nulla – ha detto al Giornale di Sicilia – Non avevo mai provato una sensazione del genere. Ringrazio i sanitari dell’ospedale Paolo Borsellino che mi hanno assistito e in particolare il dottore Schifano che mi ha somministrato delle gocce e mi ha tenuto per sei ore in osservazione”.

L’imprenditore, che poi per fortuna si è ripreso, aveva già ricevuto una bolletta molto salata, ma decisamente ben lontana da quell’importo: era di 8.800 euro. Sull’ultima ricevuta, invece, spera si sia trattato di un errore, ma la situazione resta fortemente delicata, con il rischio chiusura dietro l’angolo. “Non si può addebitare un costo così ad una attività – commenta ancora – una cifra del genere è impensabile. Dal primo ottobre chiuderemo. In inverno con i riscaldamenti per noi sarebbe insostenibile continuare. Per cosa lavoriamo? Saranno mesi durissimi per tutti, imprenditori e dipendenti, immagino saranno a rischio anche le tredicesime se non si prenderanno provvedimenti immediati”.

Proprio nei giorni scorsi una buona fetta di imprenditori siciliani aveva aderito all’iniziativa di Confcommercio “La Sicilia spegne le insegne”. Una manifestazione di protesta simbolica per spegnere le insegne dei negozi e lanciare un segnale contro il caro bollette. Una situazione insostenibile ovviamente non solo in Sicilia, che rischia di mandare KO ulteriori attività, oltre a quelle che già in questi mesi hanno chiuso i battenti.