fbpx

Reggio Calabria, report incendi 2022: “nessuna vittoria, purtroppo” | DATI

/

“Le aree percorse dal fuoco risultano insignificanti o quasi, rispetto al 2021, ma questo non deve ingannarci sulle eventuali cause”: l’analisi dell’Associazione Guide Ufficiali Del Parco Nazionale Dell’Aspromonte

“Nessuna vittoria, purtroppo”. E’ così che l’Associazione Guide Ufficiali Del Parco Nazionale Dell’Aspromonte commenta l’analisi di ciò che la “stagione estiva (non ancora del tutto conclusa) ci consegna sotto il doloroso profilo” degli incendi boschivi. I dati “effis” raccolti fino al 31 agosto 2022 spiegano che sono stati 36 i comuni in qualche misura colpiti dal fuoco in provincia di Reggio Calabria, mentre gli incendi con superficie maggiore di 20 ettari sono stati circa 108 con una superficie totale di 3.276 ettari. All’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte ci sono stati 8 incendi con una superficie totale bruciata di circa 51 Ha, così suddivisi:

  • 5 a Reggio Calabria per una superficie totale di Ha 40.
  • 1 a Mammola (8 ha circa), 1 a Staiti (2 ha circa) e 1 a Siderno (meno di un ettaro).

Il primo incendio è scoppiato il 3 febbraio a Motta San Giovanni. Gli incendi sono stati 6 a Febbraio, 9 a marzo, 17 ad Aprile, 12 a Maggio gli altri tra giugno e agosto. “In generale – spiega ancora l’associazione – le aree percorse dal fuoco risultano insignificanti o quasi, rispetto al 2021, ma questo non deve ingannarci sulle eventuali cause. Clima meno sfavorevole (più umido e piovoso in molte zone), inverno ricco di precipitazioni e l’assenza di grandi quantità di combustibile (sic!) in diverse aree, sono alcune delle componenti che si possono evidenziare. In generale si confermano le statistiche che vedono come “tranquillo” l’anno successivo ad uno particolarmente disastroso”.

Infine, “sempre allo scopo di evidenziare la continuità statistica con le annate “nere” degli ultimi 20 anni, inseriamo alcune immagini a confronto tra alcune annate particolarmente degne di nota, prese da https://firms.modaps.eosdis.nasa.gov/map (gallery scorrevole all’interno dell’articolo, ndr). Si potrà notare come, purtroppo, una diminuzione del fenomeno degli incendi boschivi appaia del tutto normale. Non possiamo perciò adagiarci e dobbiamo tenere alta la guardia, perché l’obiettivo resti uno solo: zero incendi!”.