fbpx

Reggio Calabria, presentato il progetto “Sunoicheo – Itinerari Innovativi Turistico Culturali per la coesione tra Artisti e Spettatori” | FOTO

/

Presentato il progetto “Sunoicheo (dal greco: coabitare) – Itinerari Innovativi Turistico Culturali per la coesione tra Artisti e Spettatori

Presso il sito archeologico Odeion di Reggio Calabria la presentazione del progetto “Sunoicheo (dal greco: coabitare) – Itinerari Innovativi Turistico Culturali per la coesione tra Artisti e Spettatori”. Un Unicum in Italia. Erano presenti alla conferenza l’Assessore al Bilancio, Cultura e Turismo del Comune di Reggio Calabria Irene Calabrò, la Dirigente del Settore Sviluppo economico/Cultura/Turismo dott.ssa Loredana Pace, la referente dott.ssa Daniela Neri, Teresa Timpano direttrice artistica Scena Nuda, Marcello D’Angelo referente Bluocean, Elmar Marcianò.

Il progetto è un percorso mirato alla conoscenza e valorizzazione del patrimonio storico culturale della Città di Reggio Calabria. Finanziato con fondi PAC Regione Calabria 2007/2013_scheda di intervento n. 7, nell’ambito dell’avviso pubblico per il sostegno di attività di animazione nei beni culturali: “Interventi per la promozione e la produzione culturale”. Il progetto è stato promosso dall’Assessore alla Cultura e Turismo Avv. Irene Calabrò, con il coordinamento della Dirigente del Settore Cultura Turismo, referente dott.ssa Daniela e registra la partnership operativa e la direzione artistica di Bluocean e Scena Nuda, operatori culturali del territorio che hanno messo a disposizione le proprie competenze al fine del raggiungimento degli obiettivi individuati, ed è arricchito dalla staffetta artistica Arte5, a cura di Elisabetta Elmar Marcianò.

La millenaria storia di Reggio di Calabria inizia dall’origine mitologica che risale al 2000 a.C. per proseguire con la fondazione come colonia greca nell’VIII secolo a.C. Fu una fiorente città della Magna Grecia e successivamente alleata di Roma, poi fu una delle grandi metropoli dell’Impero bizantino e fu sotto le dominazioni dei normanni, degli svevi, degli angioini e degli aragonesi. Fu distrutta da gravi terremoti nel 1562 e nel 1783. Entrò a far parte del Regno di Napoli e del Regno delle Due Sicilie e passò quindi al Regno d’Italia. Nel 1908 subì le distruzioni di un altro terribile terremoto e maremoto, quindi fu ricostruita in epoca liberty ma poi parzialmente danneggiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Crebbe notevolmente nel corso del XX secolo ma nei primi anni settanta fu protagonista di grandi sconvolgimenti regionali, le cui conseguenze portarono ad un ventennio buio, dal quale però, grazie ad una serie di fortunate amministrazioni negli ultimi decenni, la città si è notevolmente ripresa, tornando ad essere secondo i dati demografici, economici e turistici protagonista nel panorama mediterraneo.

Il progetto ‘SUNOICHEO’ in modo naturale, avrà uno stretto legame con la Città ed i suoi beni storici in cui si realizzeranno gli eventi, beni di elevato valore, in termini archeologico, storico, architettonico e culturale, rappresentando uno strumento ad altissimo potenziale per le nuove forme di turismo culturale che in tutta Europa si vanno sviluppando. L’integrazione tra eventi culturali e patrimonio culturale produrrà una serie di effetti positivi, tra cui: l’espansione della domanda di cultura formulata dai residenti e dai visitatori; le opportunità creative e finanziarie che di conseguenza vengono a crearsi sul territorio nazionale; la possibilità di promuovere il turismo culturale; il coinvolgimento dei residenti da parte di operatori e di organizzatori dello spettacolo.

Il progetto, strutturato anche grazie alla consulenza storica/artistica del Prof. Giuseppe Caridi, del Prof. Franco Arillotta, del Professore Pasquale Amato, degli scrittori Fortunato Nocera e Filippo Gessi, che prevede 22 itinerari storico culturali suddivisi in tre epoche storiche: greco romano, bizantino/normanno/angioino/aragonese, e contemporaneo coinvolgerà il turista, l’appassionato, immergendolo direttamente nei Beni Culturali della città di Reggio Calabria. Il progetto vede operare insieme le diverse realtà del territorio tra cui anche l’Associazione Guide Turistiche della Calabria e avrà uno stretto legame con la Città ed i suoi beni storici: Castello Aragonese, Pinacoteca Civica, aree archeologiche, Galleria di Palazzo S, Giorgio; tra i siti dove saranno realizzati gli eventi.

Le guide in costume d’epoca (Aristotele, Sant’Agostino e Freud), in relazione al periodo storico, avranno il compito di accompagnare gli spettatori per tutti gli itinerari, alla scoperta dei Beni storici e di traghettarli in modo organico verso la loro storia, le performance, le mostre, ed i laboratori ivi organizzati. Ogni evento all’interno degli itinerari coinvolgerà artisti professionisti del territorio: attori, danzatori, musicisti. Ogni performance metterà in luce personaggi storici o mitologici che hanno avuto rapporti nei secoli con la città di Reggio Calabria come Francesco Cilea, Alfonso II D’Aragona, Giulia Maggiore ecc…

Lo studio dell’immagine, dalla ricerca allo sviluppo, nelle diverse epoche caratterizzeranno i contenuti offerti, declinati in workshop, laboratori e conversazioni che sosterranno lo sviluppo delle tematiche nei luoghi da animare in coerenza con i contenuti teatrali proposti. La ricostruzione storica, a cura di apprezzati docenti di Storia dell’arte, verrà completata con lo studio della cultura e della produzione dell’immagine nelle diverse epoche; dai metodi utilizzati per le riproduzioni fino all’analisi dei mezzi impiegati in ciascun periodo storico.

L’obiettivo è la “rivitalizzazione” dei luoghi della cultura con particolare attenzione alle aree di maggiore attrazione turistica al fine di migliorare e rafforzare la loro fruibilità attraverso la promozione e la realizzazione di attività di animazione culturale. Un plauso all’ Amministrazione per aver valorizzato due Imprese culturali reggine che reinvestiranno i fondi prevalentemente sul territorio; per aver portato avanti una nuova e felice prassi di valorizzazione della produzione artistica dei professionisti del territorio che creano importante indotto economico e creano lavoro per i giovani e non solo. Le attività inizieranno il 10 settembre e proseguiranno con un fitto calendario, che prevede anche workshop dedicati alla cultura dell’immagine nel tempo, fino al 30 settembre. La prenotazione sarà possibile attraverso il sito del Comune di Reggio Calabria www.reggiocal.it .