fbpx

Reggio Calabria, il dirigente del Liceo Gullì dott. Francesco Praticò nominato reggente dello Scientifico “Da Vinci”: l’orgoglio della comunità | FOTO

/

Reggio Calabria: stamattina i professori del Liceo Gullì hanno presenziato al primo Collegio dei docenti del nuovo anno

Manca poco più di una settimana all’inizio dell’anno scolastico 2022/23 e mentre gli studenti torneranno sui banchi mercoledì 14 settembre, i docenti sono già impegnati con le attività di programmazione. Stamattina i professori del Liceo Gullì, nel cortile della sede centrale, hanno presenziato al primo Collegio dei docenti del nuovo anno. Un momento importante per riprendere il lavoro da dove si è lasciato a giugno, per rimettere a fuoco scelte e strategie, per rilanciare la visione della comunità professionale e condividerla con i nuovi arrivati.

Un inizio nel segno della tranquillità dopo due anni di restrizioni dovute alla pandemia e una grande voglia di ritornare alla normalità anche se le misure anti contagio Covid sono allentate ma non sparite. Tutta la comunità scolastica del Gullì quest’anno ha un motivo in più per gioire: condividerà il proprio Dirigente Scolastico con un altro importante Liceo cittadino.

Infatti il Dirigente Scolastico, Dott. Francesco Praticò dovrà dirigere, in qualità di reggente, anche il Liceo Scientifico, “Da Vinci”. “Un incarico impegnativo”, come afferma lo stesso Ds, con tono emozionato, “ma al contempo molto prestigioso. Il Liceo scientifico “Leonardo da Vinci” è un’eccellenza a livello nazionale, grazie alla dirigenza innovativa portata avanti in questi anni da Giusi Princi, che ho apprezzato in tanti anni di confronto e lavoro in rete.

“Sono certo che col supporto delle due comunità scolastiche riusciremo a ottenere risultati soddisfacenti”. Tutta la comunità del Gullì, felice per questo meritato riconoscimento anche per la guida di questi quattro anni, esaltanti sotto il profilo della proposta didattica e per il percorso di qualità riconosciuto e apprezzato da alunni, famiglie e docenti, dà pieno sostegno e collaborazione al proprio Dirigente per il raggiungimento dei risultati didattici e organizzativi auspicati