fbpx

Reggina-Palermo 3-0, le pagelle di StrettoWeb: Fabbian, fai un po’ quello che vuoi. Menez? Boh…

Reggina-Palermo Menez esultanza gol Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Le pagelle di StrettoWeb al termine del match del Granillo tra Reggina e Palermo

La Reggina fa ancora accademia e al Granillo brinda con un altro super successo: schiantato il Palermo per 3-0. Di seguito le nostre pagelle.

Colombi 6 – A gennaio chiederà la cessione. Si vocifera, infatti, si stia annoiando a giocare in porta. Alla società ha chiesto: o mi mettete al posto di Menez o impianto una tenda nella linea di fondo.

Pierozzi 6.5 – Al netto del giallo in avvio, che potrebbe condizionare chiunque, lui gioca in maniera precisa, pulita ed elegante, soprattutto in fase difensiva, dove fa bene le diagonali e legge con intelligenza ogni situazione. E di fronte c’è un Di Mariano che non è di certo l’ultimo arrivato. Inzaghi lo toglie però all’intervallo proprio perché ammonito.

Cionek 6 – L’1-0 è quasi tutto suo, con la grande spizzata che manda in porta Fabbian. Poi non la fa vedere praticamente mai a Brunori. Nella ripresa passa a destra ma si capisce subito che è in difficoltà con Di Mariano. Entra in ritardo, lo falcia e si prende l’espulsione.

Gagliolo 6.5 – Gioca con la stessa tranquillità del ragazzino che fa la carriera su Fifa. Vuoi uno spritz?

Di Chiara 6.5 – Fa accademia subito, saltando un avversario e aprendo dall’altra parte verso Canotto come il miglior Marcelo. Poi gioca la sua solita partita e dal suo lato è attentissimo.

Fabbian 8 – Segna alla Inzaghi: gliel’avrà insegnato lui? E’ sempre al posto giusto al momento giusto: il suo gol non sarà una sorpresa quest’anno. E poi in mezzo fa un po’ quello che vuole: corre, tampona, apre. Verrebbe solo da dire: povero Hernani…

Crisetig 6.5 – Con due mezz’ali a correre per lui, gioca con una tranquillità che da queste parti non sempre si è vista, in due anni.

Majer 6.5 – Il secondo gol è il suo: sradica un pallone a metà campo e scappa via, servendo Canotto. Sembra non vedersi mai, ma è preziossissimo.

Canotto 6.5 – Dà l’impressione di poter far male praticamente da subito sulla destra, ma viene sempre stoppato dai difensori. Più che sufficiente.

Ménez 7 – Il solito Menez: le cose facili lo annoiano, meglio quelle con un indice di difficoltà elevato. E così nel primo tempo sbaglia un appoggio elementare, nella ripresa si accentra e conclude all’incrocio. Boh! La Reggina se lo gode e grida il suo nome.

Rivas 7 – La difesa rosanero soffre la velocità degli attaccanti, come dimostrato con Gondo la scorsa settimana. Lui a sinistra si diverte, segna anche con un pallonetto, ma è in fuorigioco. Devastante.

dal 46′ Camporese 6.5 – Anch’egli stoppa Brunori egregiamente.

dal 61′ Cicerelli 7 – Entra, riceve palla, salta uno e mette in mezzo, dove c’è Liotti. Tra chi entra e chi parte dall’inizio, in questa squadra, c’è poca differenza.

dal 64′ Loiacono 6.5 – Entra per tamponare all’assenza di Cionek, non sbaglia.

dal 64′ Liotti 7 – E’ tornato il Liotti goleador. E lui segna, da goleador.

dall’82’ Gori s.v.

All. Inzaghi 8 – Il mezzo voto in più, permettetecelo, è per l’esultanza al 3-0: salta e corre ad abbracciare chiunque, proprio come ai bei tempi faceva con Sheva. Quanto alla partita: parte fortissimo, la gestisce dopo il gol, soffre e – grazie anche a Menez e ai cambi – la chiude. Per il Granillo è già nella storia.