fbpx

Meloni premier, la francese Borne: “vigileremo su valori come diritti umani e aborto”

Elisabeth Borne Foto di Sarah Meyssonnier / Ansa

Il primo ministro francese ha commentato l’esito delle elezioni in Italia

“Non commento la scelta democratica del popolo italiano” ma allo stesso tempo la Francia dovrà rimanere attenta “a certi valori come i diritti umani e il diritto all’aborto”. Lo ha detto Elisabeth Borne, primo ministro francese, che ha espresso le sue considerazioni sulla vittoria di Giorgia Meloni alle ultime elezioni politiche. La linea del leader di Fratelli d’Italia ha quindi attirato lo sguardo critico dei politici transalpini in quanto dall’immigrazione alle posizioni da prendere a livello di Unione europea e anche su questioni spinose come l’Ungheria di Viktor Orban e la Polonia, le posizioni potrebbero essere contrastanti. In mezzo, ovviamente, c’è la guerra in Ucraina e l’aumento del prezzo dell’energia, che sono tra le più urgenti sfide internazionali che attendono il nuovo governo italiano.

Le dichiarazioni di Elisabeth Borne hanno avuto un certo peso, per questo il presidente francese Emmanuel Macron ha provocato a controbilanciare: “rispetto per la scelta democratica” degli elettori italiani, e “rivolgo un appello a continuare a lavorare insieme”. E’ stata questa la dichiarazione trasmessa dall’Eliseo, con Macron che ha rilanciato a Roma la necessità di proseguire sul cammino di cooperazione e alleanza che legano Francia e Italia, in quanto “europei”. Il presidente francese ha dichiarato: “il popolo italiano ha fatto una scelta democratica e sovrana. Noi la rispettiamo. Come Paesi vicini e amici, noi dobbiamo continuare a lavorare insieme”.

Siracusano: “Borne si interessi di più ai problemi dei cittadini francesi”

“La Premier francese Borne dopo la vittoria del centrodestra, ha dichiarato: “Vigileremo sul rispetto dei diritti”
Qualcuno potrebbe riferirle che in Italia vige un sistema democratico dove sono presenti tutti gli organi preposti a garantire il rispetto della legge e quindi anche lo stato di diritto. Che esistono le opposizioni, peraltro ben temprate. Che la democrazia non si realizza con il singhiozzo, dove quando vince il centrodestra c’è pericolo totalitarismi, mentre quando vince la sinistra vince la democrazia. E come ultimo messaggio, diciamo alla Premier di interessarsi un po’ di più dei problemi dei cittadini francesi e un po’ di meno dell’Italia? Sono certa che gli amici francesi apprezzerebbero esattamente quanto noi italiani”. E’ quanto afferma Matilde Siracusano in riferimento alle dichiarazioni del premier Elisabeth Borne, rilasciate in seguito al successo alle elezioni di Giorgia Meloni.