fbpx

In Calabria il congresso nazionale di Cardiologia “Il cuore di Catanzaro – Tra presente e futuro”

“Il cuore di Catanzaro – Tra presente e futuro”, il congresso per riscoprirne la centralità sociale e culturale

È tutto pronto per la prima delle tre giornate in cui Catanzaro sarà al centro del dibattito scientifico sulla cardiologia grazie al congresso nazionale “Il cuore di Catanzaro – Tra presente e futuro”. Dal 15 al 17 settembre, la manifestazione si concentrerà nel centro storico del capoluogo di regione: il Teatro Politeama, infatti, ospiterà le diverse sessioni di approfondimento scientifico e centinaia tra docenti universitari, direttori di Unità operative complesse, dirigenti medici, ricercatori, esperti e professionisti della cardiologia, della cardiologia interventistica, della cardiochirurgia tra i più importanti in Italia, per quella che si annuncia come un’occasione in cui Catanzaro vuole tornare affermare il proprio ruolo di guida nel contesto sanitario regionale e la sua centralità sociale e culturale nel panorama calabrese.
Infatti, proprio la particolare attenzione ai temi dell’innovazione nella cardiologia interventistica voluta nella definizione dei principali argomenti del congresso dal direttore scientifico, il dr. Vincenzo Antonio Ciconte, direttore dell’u.o.c. di Cardiologia-UTIC del “Pugliese-Ciaccio”, offre l’occasione di illustrare come si sia intensificato in questo campo il lavoro svolto all’interno del “Pugliese-Ciaccio” e soprattutto s’inserisce nel più ampio e complessivo dibattito sull’evoluzione richiesta al Sistema Sanitario Regionale calabrese dal suo territorio.

La prima giornata dei lavori si aprirà, alle ore 15, con la presentazione del convegno da parte dello stesso dr. Ciconte. A seguire, sono due le sessioni pomeridiane in programma: tra gli appuntamenti in cartellone (alle ore 18:00), anche una tavola rotonda multidisciplinare che vedrà la partecipazione di Domenico Bosco, direttore della stroke unit di Neurologia dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, Carmelo Pintaudi, direttore della s.o.c. di Medicina Interna dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, Giovanni Ruotolo, direttore s.o.c. di Geriatria e del dipartimento di Medicina Generale di Specialità Mediche dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, e Angela Sciacqua, direttore dell’u.o.c. di Geriatria e dela Scuola di Specializzazione di Geriatria dell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro.

I relatori della prima giornata sono: Alessandro Ferraro, responsabile u.o.s. di Emodinamica e Cardiologia Interventistica dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro; Cristina Nesta,
dirigente medico Cardiologia-UTIC dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, Vittorio Pascale, dirigente medico Cardiologia-UTIC dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro; Elvira Gerbasi, dirigente medico Cardiologia-UTIC dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro; Francesco Borrello, dirigente medico Cardiologia-UTIC dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro; Francesco Arabia, responsabile u.o.s Sincope Unit dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro; Marco Vatrano, dirigente medico Cardiologia-UTIC dell’a.o. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro; Stefano Nardi, direttore di Aritmologia ed Elettrofisiologia del “Pineta Grande Hospital” di Castel Volturno; e Gianfranco Butera, direttore u.o.c. Cardiologia Interventistica dell’ospedale “Bambin Gesù” di Roma.

“Il cuore di Catanzaro – Tra presente e futuro” è realizzato con il patrocinio della Regione Calabria, dell’azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” e della Federazione Nazionale Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO).