fbpx

Catanzaro, cambio al vertice del Comando Provinciale dei Carabinieri: lascia il Colonnello Montanaro 

Colonnello Montanaro

Il colonnello Antonio Montanaro, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catanzaro, insediatosi a settembre 2019, lascerà la città per raggiungere Roma

Dopo tre anni di attività sul territorio il Colonnello Antonio Montanaro, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catanzaro, insediatosi a settembre 2019, lascerà la città per raggiungere Roma, dove assumerà il prestigioso incarico di Capo Ufficio Criminalità, Organizzata e Terrorismo presso lo Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Il Colonnello, originario di Martina Franca (TA), con alle spalle una notevole esperienza maturata sull’intero territorio nazionale, ha guidato il Comando Provinciale di Catanzaro in questi ultimi tre anni, caratterizzati da numerose e incisive operazioni di contrasto alla criminalità comune e organizzata.

Tra le tante ricordiamo, nel 2019 le operazioni “Crisalide 3” nel lametino e “Orthrus” nell’area delle pre-serre catanzaresi, a maggio del 2020 l’operazione “Oro verde” a Sellia Marina, in cui oltre al sequestro di 10.000 piante di marijuana coltivate in una serra di 3.000 metri quadrati, anche l’arresto di 8 indagati, nel novembre 2020 l’operazione “Farmabusiness”, a marzo del 2021 l’operazione “Bing Bang”, ad aprile del 2021 l’operazione “The Keys”, a maggio del 2021 le operazioni “Alibante” (completata nel febbraio 2022 con il sequestro di beni mobili e immobili per un valore di oltre 7 milioni di euro) e “Anteo”, a ottobre del 2021 le due operazioni antidroga “Aesontium” e “Drug family”, condotte in collaborazione con la Questura del capoluogo. A maggio e a ottobre del 2021 la cattura di due pericolosi latitanti appartenenti alla cosca di ‘ndrangheta GALLACE, entrambi sottrattisi all’esecuzione di una condanna per associazione di tipo mafioso divenuta ormai esecutiva.

Di assoluto rilievo anche i risultati conseguiti in materia di tutela dell’ambiente con l’operazione “Quarta Chiave”, incentrata sul campo rom di Scordovillo, e nel settore della tutela del lavoro, con l’operazione condotta nel giugno scorso, nel lametino, facendo emergere le condizioni di sfruttamento cui erano costretti lavoratori bulgari in stato di bisogno.

Un triennio caratterizzato da molteplici attività di contrasto alla criminalità in concomitanza con la pandemia da Covid-19 in cui il Colonnello Montanaro, soprattutto in questo particolare periodo storico, si è trovato ad affrontare nuove situazioni sociali, insomma, un impegno continuo, quotidiano, affrontato con passione in cui i Carabinieri di Catanzaro, da lui diretti, hanno fatto fronte con professionalità alle tante richieste di aiuto che arrivavano soprattutto dalle fasce più deboli dei cittadini, cercando di dare loro un aiuto, un conforto, un ascolto. Oggi, il Comandante, nel lasciare Catanzaro con nostalgia, avverte ancor più di quando è arrivato nel 2019 il privilegio che ha avuto di essere a capo di una squadra di straordinari professionisti. Al suo posto, da lunedì 5 settembre, subentrerà il Colonnello Giuseppe Mazzullo, proveniente dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.