fbpx

Gioia Tauro, si rinnova il culto per la Madonna del Porto: ieri folla con migliaia di fedeli in preghiera

gioia tauro madonna porto salvo

Grande partecipazione per la comunità religiosa gioiese, che ha potuto celebrare il proprio culto dopo due anni stop a causa della pandemia

Si è celebrata ieri a Gioia Tauro la sentitissima processione della Maria S.S.ma di Portosalvo, anche soprannominata la Madonna “del porto”. Dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia, la comunità religiosa gioiese ha potuto rendere omaggio alla propria regina ed infatti tra la chiesa e il molo si sono raccolte diverse migliaia di persone. Momenti di gioia per una tradizione verso la patrona che già dal nome connota il compito nativo della città, dei suoi abitanti e la sua storia: è proprio in questi momenti che Gioia Tauro può esprimere la propria caparbietà, tipica del popolo calabrese. Una ricorrenza di settembre da sempre molto attesa, anche in diverse altre zone del territorio reggino e si celebra come ad esempio a Gallico, Siderno e Bagnara.

Per quanto riguarda in modo particolare Gioia Tauro, il culto della Madonna di Portosalvo sicuramente esiste già dal 1885, quando vi era una chiesetta lungo la costa dove i pescatori si raccoglievano per supplicare alla Vergine protezione e pesca abbondante. In quegli anni Marina di Gioia era soltanto un piccolo villaggio, tutto si concentrava attorno alla famiglia e al lavoro che, non dimenticava mai la vicinanza alla e alla religione, ovvero il miglior collante per uno stile di vita capace di creare veri modelli umani forti, persone di coraggio e speranza. Quella che ieri si è vista negli occhi dei gioiesi, dai più grandi ai più piccini, che si sono ritrovati tutti insieme in unico grande abbraccio per la Madonna.