fbpx

Energia, ecco il maxi piano del Governo tedesco: 200 miliardi contro l’aumento delle bollette

Gasdotto Foto di Martin Schutt / Ansa

La misura si divide in 7 punti specifici, tra i quali è previsto il freno al prezzo di luce e gas che potrebbe mettere in difficoltà milioni di cittadini e aziende della Germania

L’aumento del costo dell’energia preoccupa la Germania in vista del prossimo periodo autunno-invernale, per questo il Governo tedesco ha operato per concretizzare una maxi manovra da 200 miliardi di euro. E’ stato raggiunto, infatti, secondo quanto riporta l’Handelsblatt, un accordo nei negoziati interni per porre un freno ai prezzi di luce e gas. Il programma porta il nome di “Difesa economica contro le conseguenze della guerra di aggressione russa” ed è stato presentato oggi a Berlino. “I prezzi devono scendere”, ha affermato il cancelliere Olaf Scholz nella successiva conferenza stampa. “Il governo federale farà di tutto per raggiungere questo obiettivo”: la manovra è indirizzata ai pensionati, le famiglie, le imprese artigiane e industriali che hanno manifestato difficoltà a pagare le bollette.

Nel documento l’esecutivo tedesco ha descritto le misure del nuovo pacchetto di aiuti. Contiene sette punti chiave che hanno lo scopo di ammortizzare l’aumento dei costi energetici: aumentare l’approvvigionamento energetico riducendo i consumi, mettere un freno al prezzo dell’elettricità e a quello del gas, riattivare il Fondo di stabilizzazione economica (FSM), riduzione dell’imposta sulle vendite del gas, evitare inutili oneri burocratici che mettono in difficoltà le aziende.