fbpx

Elezioni Politiche, è il giorno del voto: aperti i seggi in tutta Italia

guida al voto 25 settembre

Elezioni Politiche: urne aperte in tutta Italia, si vota con il “Rosatellum” per il primo Parlamento con il taglio degli eletti

Urne aperte in tutta Italia per le elezioni politiche. Dopo una campagna elettorale dura ed aspra con tante polemiche tra il Centro/Destra, la coalizione del Partito Democratico, il Movimento 5 Stelle, il Terzo Polo ed Unione Popolare, oggi si vota, sino alle 23:00, per il rinnovo del Parlamento. Per la prima volta ci sarà il taglio degli eletti: alla Camera da 630 si passerà 400, al Senato da 315 a 200. Si procederà allo spoglio subito dopo la fine delle operazioni di voto, StrettoWeb seguirà in diretta tutte le varie fasi.

Elezioni Politiche: si vota con il “Rosatellum”

Il “Rosatellum”, dal nome del suo relatore Ettore Rosato, prevede un sistema elettorale misto, con un terzo dei seggi tra Camera e Senato che verrà eletto in collegi uninominali, quindi tramite un sistema maggioritario, e i restanti due terzi divisi tra i partiti rispettando i risultati che hanno ottenuto alle elezioni, quindi tramite un sistema definito proporzionale a liste bloccate. Alla Camera saranno assegnati 148 collegi uninominali. Il candidato eletto sarà quella che prenderà almeno un voto in più. Per l’assegnazione degli altri 244 seggi si userà un metodo proporzionale. Infine, nelle circoscrizioni estere saranno assegnati altri 8 seggi.  Anche al Senato, i seggi verranno distribuiti allo stesso modo. I collegi uninominali saranno 74, i collegi del proporzionale 122, e i seggi degli eletti all’estero 4. Per poter ottenere i seggi, i partiti in competizione dovranno ottenere almeno il 3% dei voti su base nazionale. Mentre per le coalizioni di diversi partiti la soglia è del 10%. 

Elezioni Politiche: cosa serve per votare?

I documenti di identità da presentare al momento del voto sono quelli ricompresi in una delle tre seguenti categorie:

  • carta d’identità o altro documento d’identificazione munito di fotografia, anche se scaduto, rilasciato dalla pubblica amministrazione;
  • tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare;
  • tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia.

Oltre a queste, ovviamente, anche la tessera elettorale.

Elezioni politiche: come si vota?

Si può esprimere il voto in tre modi, che spieghiamo qui di seguito con il richiamo alle figure in basso:

  • tracciando un segno sul candidato uninominale, e in questo modo il voto va a lui e alle liste collegate;
  • tracciando un segno sulla lista del collegio plurinominale, e in questo modo il voto va alla lista e al candidato del collegio uninominale che la rappresenta;
  • tracciando un segno sul candidato uninominale e sulla lista collegata, e in questo modo il voto va comunque ad entrambi, come nel secondo caso.

Non è possibile il voto disgiunto, ovvero il segno tracciato su un candidato uninominale e contemporaneamente su una lista non collegata a quel candidato. In quel caso il voto sarà considerato nullo.

Elezioni Politiche, ecco come andarono nel 2018 in Calabria e Sicilia | DATI

Elezioni Politiche: i candidati di Camera e Senato in Calabria | NOMI

Elezioni Politiche: i NOMI dei candidati di Camera e Senato in Sicilia

Elezioni Politiche, i collegi di Camera e Senato in Calabria e Sicilia

Fac Simile scheda elettorale Camera elezioni 2022

Fac Simile scheda elettorale Senato elezioni 2022