fbpx

La Calabria protagonista di Terra Madre Salone del Gusto 2022

Torna a Torino dal 22 al 26 settembre l’evento dedicato al cibo buono, pulito e giusto

La Calabria anche quest’anno è protagonista di Terra Madre Salone del Gusto, il più grande evento internazionale dedicato al cibo buono, pulito e giusto, in scena a Torino dal 22 al 26 settembre 2022. La regione è presente a Terra Madre Salone del Gusto con uno spazio espositivo e un programma di appuntamenti curato dalla Regione Calabria e dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria in collaborazione con Slow Food Calabria.

Terra Madre quest’anno torna all’aperto e riunisce oltre tremila tra contadini e allevatori, delegati dei popoli indigeni e cuochi, migranti e giovani attivisti provenienti da 150 paesi intorno al claim #RegenerAction. Organizzato da Slow Food, Comune di Torino e Regione Piemonte, quest’anno cambia formula e si presenta alla città in una nuova veste: si svolge, infatti, all’aperto al Parco Dora con ingresso gratuito. Il ricco programma di oltre 500 eventi mette in luce come il cibo possa essere una preziosa occasione di rigenerazione. Questo, infatti, il tema della 14esima edizione di Terra Madre Salone del Gusto: una rigenerazione che parte dal cibo, inteso come motore della transizione ecologica necessaria al rinnovamento del pensiero e della società, passando attraverso il rinnovamento delle pratiche agricole, dei sistemi di produzione e distribuzione, delle diete e delle abitudini di consumo, nelle città come nei piccoli borghi.

Mai come quest’anno è stata così corposa la presenza delle regioni italiane a Terra Madre: sono, infatti, tutte presenti nel Mercato grazie agli espositori e quasi tutte sono rappresentate dalle istituzioni che hanno aderito all’evento allestendo uno spazio dedicato in cui presentano progetti, produttori e artigiani del loro territorio.

La rigenerazione è il focus del calendario di appuntamenti con cui la regione Calabria si presenta a Terra Madre Salone del Gusto 2022. Attraverso degustazioni, talk, performance, laboratori racconta le molteplici anime del suo territorio toccando cinque temi, uno per ogni giornata, che la caratterizzano: giovedì 22 Ritmo Calabria che esplora persone, transumanze, lavori e paesaggi, venerdì 23 Donna Calabria per presentare cuoche e produttrici calabresi, sabato 24 Cultura Destinazione Calabria che pone l’accento sul turismo sostenibile e le comunità locali. Si parla invece di rigenerazione territoriale e parchi domenica 25 nella giornata dedicata alle aree interne della Calabria come risorsa strategica, mentre a chiudere il calendario lunedì 26 sono alcuni degli elementi distintivi della regione, ovvero il grano, il pane e, con l’idea di esplorare nuove aree di mercato, la birra.

Il programma completo è disponibile sul sito di Terra Madre Salone del Gusto.

Numerosi anche gli appuntamenti in programma a Terra Madre con un focus sulla Calabria. Di seguito una selezione.

GTA – Giovani Turismo Agricoltura

Sono numerosi i luoghi di incontro e confronto, come spazio GTA – Giovani Turismo Agricoltura dove si susseguono incontri, riflessioni e approfondimenti per ragionare, con gli occhi delle nuove generazioni, sul tema del turismo e dell’agricoltura a tutto tondo.

Giovedì 22 settembre ore 12 – Contadine, imprenditrici, vignaiole: le donne e la terra

In un settore storicamente associato alle figure maschili come è quello agricolo e rurale, oggi sono sempre più numerosi gli esempi di successo al femminile. Contadine, imprenditrici, vignaiole, che hanno preso le redini delle aziende di famiglia o creato realtà da zero, con forza e determinazione. A raccontare la sua esperienza anche Maria Antonietta Mascaro della Comunità per la tutela e valorizzazione dei castagneti del Reventino, in provincia di Cosenza.

Gli espositori del Mercato di Terra Madre

Dal pane ai salumi, dai latticini ai prodotti ittici, il Mercato di Terra Madre accoglie anche quest’anno oltre 700 produttori dall’Italia e dall’estero che pongono una particolare attenzione all’uso di prodotti locali naturali e al benessere degli animali allevati.

  • Agricola Mario Arlia – Belmonte
  • Azienda Agricola La Valle di Salvatore Rota – San Mauro Marchesato
  • Azienda Agricola Domenico Siciliano – Ciminà
  • Azienda Agricola Pratticò Arturo – Africo Nuovo
  • Azienda Agricola Sant’Anna di Procopio Maria – Amantea
  • Azienda Agricola Vincenzo Barbieri – Altomonte
  • Azienda Brizzi Valentina – Benestare
  • Bergamia Società Cooperativa Agricola – Brancaleone
  • Bruno Piccolo Macelleria Salumificio – Locri
  • Caciocavallo di Ciminà – Rocco Siciliano – Ciminà
  • Calabraittica – Anoia
  • Copam Toc – Società Cooperativa Agricola – Cinquefrondi
  • Dolci Pensieri di Calabria – San Fili
  • Fattoria de Lillas – Gerace
  • Frantoio Acri – Rossano
  • Fratelli Rotella olio srl – Tiriolo
  • Gelateria Enrico – Pizzo
  • Kephas srls – Bova Marina
  • La Spina Santa – Bova Marina
  • Le Nacatole di Zia Marcella – Polistena
  • Luigi Cristaudo – Amantea
  • Nero di Calabria di F. Simone Azienda Agricola -Paterno Calabro
  • Olio extravergine italiano calabrese – Oleificio Torchia – Tiriolo
  • Olio extravergine italiano calabrese – Azienda Agricola Diana – Saracena
  • Olio Presta – Mottafollone
  • Op. Agrogens Scarl – Crotone
  • Pasticceria La Mimosa – Reggio Calabria
  • Pastificio Santa Chiara – Careri
  • Salumificio artigianale Iozzo – Chiaravalle C.Le
  • Salumificio F.lli Pugliese – Calimera
  • Salumificio Santa Barbara – Casabona
  • Sapori d’Italia di Cirello Concettina – Sant’Agata d’Esaro

Birrifici, food truck e cucine di strada

A Terra Madre Salone del Gusto 2022 non possono mancare birrifici, food truck e cucine di strada che ci offrono una vasta scelta tra bombette, patate ripiene, schiacciate, polpette, gnocco fritto e molto altro dalle tradizioni delle regioni italiane.

  • Funky Drop – Reggio Calabria

Presìdi Slow Food

Non possono mancare i Presìdi Slow Food dall’Italia e dall’estero, simbolo dell’impegno di Slow Food a tutela delle produzioni locali che racchiudono storia, sapori e tradizioni da proteggere. Come ad esempio il caciocavallo di Ciminà, un formaggio piccolo, allungato, caso unico nel panorama caseario, il gammune di Belmonte, un salume simile al culatello il cui nome deriva forse dallo spagnolo jamón, e l’olio extravergine italiano calabrese.