fbpx

Ternana-Reggina, al Liberati non si può giocare: terreno peggiore del Granillo dello scorso anno e alto rischio infortuni | VIDEO

terreno di gioco libero liberati ternana

No. Così, a queste condizioni, non si può giocare. In basso c’è un video di oggi, realizzato da “Calcio Ternano”, che dice tutto. E’ stato investito del denaro per la recente rizollatura del terreno, ma da queste parti abbiamo imparato che non bastano i lavori, e anche fatti bene, se il tempo è poco

“E parlate proprio voi”, potrebbero dire. Non avrebbero torto, ma non per questo non si ha il diritto di informare, evidenziare e in caso denunciare la situazione. Nulla contro la città di Terni o la società Ternana, ancor di più per la presenza di un Presidente (Bandecchi) da sempre rispettosissimo verso i colori amaranto. Ma lo spettacolo che offre oggi il manto erboso dello stadio “Libero Liberati” non è affatto dei migliori, se vogliamo anche decisamente peggiore del Granillo che un anno fa ospitò Reggina-Monza.

No. Così, a queste condizioni, non si può giocare. In basso c’è un video di oggi, realizzato da “Calcio Ternano”, che dice tutto. E’ stato investito del denaro per la recente rizollatura del terreno, ma da queste parti abbiamo imparato che non bastano i lavori, e anche fatti bene, se il tempo è poco. Sicuramente, nel giro di qualche settimana, il terreno di gioco dell’impianto umbro sarà a posto, ma di certo non per domenica, per il match tra rossoverdi e amaranto (alle ore 20.45). I problemi, a dir la verità, non sono odierni, ma segnalati – anche sulle nostre pagine – da almeno un mese. Club rassicurato dal Comune in merito ai lavori da effettuare, così come dimostrato dalla rizollatura e da un terreno comunque migliore rispetto a 10 giorni fa, ma ad oggi non va bene. A cinque giorni dal match, il vicepresidente Paolo Tagliavento ha effettuato un sopralluogo per conoscere lo stato dei lavori e del manto erboso.

Possiamo affermare con estrema certezza che è messo ancora peggio del Granillo di un anno fa. In quel caso si giocò, non senza difficoltà precedente, su decisione dell’arbitro. I rischi, però, furono tanti. Non si doveva giocare neanche allora? Certo, nessuno lo mette in dubbio. Tralasciando la difficoltà nel palleggiare, e quindi escludendo l’aspetto tecnico, c’è l’alta possibilità di infortuni tra le cause principali, a maggior ragione in un periodo della stagione in cui la condizione non è ancora ottimale. Quindi, così come non si sarebbe dovuto giocare allora, anche per domenica si dovrebbe scegliere un altro impianto, magari decidendo in tempo ed evitando la figuraccia di un anno fa sullo Stretto. Altrimenti, come allora, sarà l’arbitro a decidere. La Reggina, al di là della trasferta a vuoto, non rischierebbe nulla in termini sportivi (anzi), ma la curiosità nel vederla giocare è tanta e lo spettacolo di questo sport – e di questa Serie B – prevede che si giochi e lo si faccia sempre, in condizioni ottimali e offrendo uno scenario degno. Di seguito il video.

Ternana-Reggina, sul manto erboso entra in gioco Bandecchi: il Presidente scende in campo col… trattore | VIDEO