fbpx

Suicidi tra le Forze dell’Ordine, Unarma: “personale sottopagato sottoposto a livelli di stress eccessivi”

polizia pistola ordinanza

Suicidi tra le Forze dell’Ordine: la nota di Antonio Nicolosi, segretario generale di Unarma

“Le Forze dell’Ordine affrontano un fenomeno preoccupante di morti sul lavoro. Abbiamo sulle nostre spalle molte responsabilità, spesso sottostimate e in carico a personale sottopagato, sottoposto a livelli di stress eccessivi. Le istituzioni non possono più ignorare i suicidi tra le Forze dell’Ordine quando parlano di sicurezza: basta slogan in campagna elettorale, non lasciateci soli” – è quanto afferma Antonio Nicolosi, segretario generale di Unarma, associazione sindacale nazionale dei carabinieri, che tutela il personale dell’Arma dal disagio lavorativo e psicofisico.

“Apprendiamo con dispiacere che solo pochi giorni fa si è tolta la vita il maresciallo Capo Gloria Mercurio, in servizio alla Legione carabinieri Veneto di Padova: da inizio 2022 sono 44 i casi di suicidio tra tutte le Forze di Polizia, di cui una parte significativa nell’Arma dei carabinieri. In media ogni cinque giorni un cittadino in uniforme si toglie la vita e se si parla di sicurezza ai cittadini, prima di tutto bisogna ascoltare chi ogni giorno li tutela”.

“Ricordiamo ai colleghi in difficoltà che UNARMA da anni è impegnata per fornire servizi di supporto psicologico ai carabinieri con uno sportello e una linea dedicata” – prosegue Nicolosi –  “Chiediamo però che il fenomeno sia affrontato anche di petto dallo Stato, istituendo una giornata di sensibilizzazione specifica, promuovendo campagne e corsi di formazione che aiutino i tanti colleghi e colleghe ad acquisire consapevolezza sul disagio psicologico”.