fbpx

Aggredita per aver chiesto la paga, il titolare si difende: “da ore ci impediva di lavorare, il compenso regolarmente inviato tramite bonifico”

soverato marina chiede la paga dopo il lavoro e viene aggredita

Il titolare del lido balneare di Soverato Marina risponde alle accuse di aggressione e razzismo nei confronti dell’ex dipendente Beauty, che ieri ha deciso di sporgere denuncia ai Carabinieri. Sul caso indaga anche la Procura

Ha fatto il giro d’Italia il video fatto circolare sui social della ragazza nigeriana sarebbe stata aggredita dal proprio titolare per aver chiesto di essere pagataNicola Pirroncello, proprietario del Lido Mare Nostrum di Soverato Marina, non ci sta a questa versione dei fatti ed ha scritto una nota ufficiale per rispondere alle accuse, letta in un video pubblicato dal giornalista Lino Polimeni. “Il titolare del Lido Mare Nostrum intende respingere con fermezza le accuse rivolte nei suoi confronti – scrive nel comunicato – . Pur confermando la reciproca animosità dell’episodio ripreso dalla ex dipendente deve darsi anche contezza di quanto accaduto prima delle riprese”.

Secondo la versione del titolare, “la ex dipendente si era portata all’interno dei locali, sedendosi al centro della sala, da diverse ore e nonostante già regolarmente remunerata a mezzo bonifico, impediva il regolare svolgimento dei servizi di balneazione e di ristorazione e, con ingiustificata fermezza, reiterava urlando l’infondata pretesa di pagamento in verità già assolta. Ci si vedeva costretti ad allertare il 112, che tuttavia ritardava l’intervento per altre ragioni di servizio”.

Per il titolare non ci sarebbe stata aggressione nei confronti dell’ex dipendente: “nel sollevarla dalla sedia ci si accorgeva che la stessa, nel chiaro tentativo di precostituirsi una prova, con l’utilizzo del cellulare riprendeva l’episodio, e nella concitazione del momento sfiancato dai rifiuti dell’ex dipendente di allontanarsi dal locale, il Pirroncello la sollecitava ad interrompere le riprese, mentre il telefono finiva in terra. Ne scaturiva un’aggressione della ragazza nei confronti del titolare del locale”. Infine, il titolare Nicola Pirroncello respinge accuse di razzismo ricordando che la sua attività dà lavoro a tanti dipendenti italiani come a dipendenti extracomunitari.