fbpx

Calabria, imprevisto al concerto di Rocco Hunt: il cantante ferma la musica e annulla l’evento

ROCCO HUNT Foto di Fabrizio Cestari

“Non me la sento di continuare, non ve lo meritate”: il gruppo elettrogeno non regge per il concerto, Rocco Hunt lascia il palco di Crotone

Un imprevisto ha negato il concerto di Rocco Hunt a Crotone. Lo scorso 14, a causa di un malfunzionamento all’impianto elettrico, il cantante ha deciso di annullare l’evento dopo che per diversi tentativi gli operatori hanno cercato inutilmente di trovare rimedio al problema. Il rapper campano è salito sul palco, di fronte al numeroso pubblico calabrese, accorso in massa per l’occasione, ma si è trovato costretto a fermare tutto “perché il gruppo elettrogeno non può sopportare la performance”. L’artista ha provato per tre volte a cantare, ma l’impianto, evidentemente inadatto, ha persino lasciato la piazza senza luce.

“Ero lì dietro a cercare di trovare una soluzione a questo problema, che purtroppo non dipende né da me né dal mio staff. Siamo venuti qua, ci siamo fatti cinque ore di macchina per venire a suonare a Savelli, ed eravamo orgogliosi di suonare in Calabria, di offrire una data del mio tour a tutti voi che siete miei fan, che avete pagato per venire ad ascoltare questo concerto”. Poi, nel dettaglio il motivo del problema: “purtroppo il gruppo elettrogeno non supporta il concerto, non mi è mai successa in vita mia una situazione del genere. Sono mortificato, ero qui dietro aspettando una soluzione, ma purtroppo la soluzione tecnica non c’è. Ho fatto lo spettacolo in 35 città prima di venire qua e non mi era mai capitata una cosa così”.

Nonostante l’accaduto, il pubblico ha acclamato l’artista. Rocco Hunt ha perciò concluso prima di lasciare il palco: “non sono cose che dipendono da noi, quindi adesso aspetterò. Però risalire qui sopra, fare una canzone e far stoppare di nuovo l’impianto, rischiamo di bruciare gli strumenti, rischiamo di fare dei danni anche ai ragazzi della mia band. Non se lo meritano, non ve lo meritate e non me lo merito io questo spettacolo indegno”.