fbpx

Reggio Calabria, un lettore: “bus Atam bloccati verso Lazzaro per le auto parcheggiate ambo i lati, non è tollerabile”

statale 106 lazzaro bus atam

Un lettore reggino arrabbiato segnala, con una nota inviata alla nostra redazione, la situazione dei bus Atam nella tratta Pellaro-Bocale-Lazzaro: “non possono continuare la loro corsa poiché le autovetture vengono parcheggiate in ambo i lati non consentendo il regolare transito dei bus a causa del restringimento della carreggiata”

“Siamo degli utenti che usufruiscono di mezzi Atam quotidianamente per motivi di lavoro spostandoci sulla tratta Pellaro-Bocale-Lazzaro e, in particolare nel mese di agosto, con l’afflusso dei turisti, i bus non possono continuare la loro corsa poiché le autovetture vengono parcheggiate in ambo i lati non consentendo il regolare transito dei bus a causa del restringimento della carreggiata”. Comincia così la legittima segnalazione di un lettore reggino inviata alla redazione di StrettoWeb. Utilizza i mezzi Atam tutti i giorni per lavoro, ma questi si trovano costretti a interrompere le loro corse poiché, nella tratta verso Sud, direzione Lazzaro, sulla Statale, le auto parcheggiate ambo i lati ne impediscono il passaggio. Succede in questo periodo, quello estivo, con la forte presenza di turisti e di bagnanti che si dirigono verso le località di mare della Jonica.

“I conducenti – prosegue la nota del lettore – non potendo proseguire la loro corsa, richiedono più volte l’intervento dei vigili urbani, l’ultimo episodio risale a giovedì scorso, nel quale, l’autobus è rimasto fermo per circa 1h30 e, interpellato il comando della polizia municipale, quest’ultima ha risposto dicendo che non ci fosse personale disponibile per l’intervento. Non è tollerabile che ogni anno, in questo periodo, si ripetano simili episodi in maniera sistematica, senza che venga preso nessun provvedimento da parte degli organi preposti alla sicurezza stradale, nello specifico, andrebbe installata un’opportuna segnaletica con divieto di sosta e rimozione forzata soprattutto in determinati tratti dove la carreggiata risulta ristretta. Ritengo che questo faccia parte di una programmazione che debba venire attuata il prima possibile e, occorrerebbe che ci fossero dei servizi organizzati con delle pattuglie per disciplinare il traffico, per evitare di ritrovarci il prossimo anno con le stesse problematiche. Gli utenti che usufruiscono del servizio A.T.A.M pagando regolarmente l’abbonamento subiscono un notevole disagio. Ci appelliamo – si conclude la nota – a chi di competenza affinché simili episodi non si ripropongano in futuro in quanto sono un pessimo biglietto da visita per la collettività”.