fbpx

Reggina, ma quanto urla Inzaghi? Sbraccia, si arrabbia, incoraggia: in panchina (anzi fuori) è indemoniato

inzaghi urla in panchina

E’ indemoniato, un vortice di carica e adrenalina, come lo era da calciatore. Puntiglioso, preciso, un martello, come lo ha definito Taibi. Vuole essere perfetto, approfittare di ogni sbavatura e dettaglio, vuole (anzi vorrebbe) essere in campo a giocare, fosse per lui andrebbe pure a segnare

Un vizio di famiglia. E non per niente, spesso (anzi praticamente sempre), il fratello è praticamente senza voce nelle interviste post-gara. Sono uguali, i fratelli Inzaghi, da calciatori come da allenatori. E se Pippo la voce non la perde quasi mai, il suo modo di stare in campo (sì, in campo, perché è come se giocasse) è identico a quello del fratello. E’ bastata la gara della Reggina di Ferrara per capirlo, anzi per vederlo. No, non intravederlo, vederlo proprio. Non si può non notare: sbraccia, urla, sbraita, si arrabbia, incoraggia, si lamenta. Mai seduto in panchina, sempre a un passo dalla linea di fine campo e a volte anche oltre.

Le immagini di seguito sono abbastanza eloquenti. Nella prima sta urlando a Liotti, saltando con veemenza, di battere velocemente la rimessa laterale per servire Menez, che è da solo. Nella seconda ce l’ha con qualcuno, non si sa bene con chi. Nella terza, invece, entra addirittura in campo per fornire un’indicazione a qualche calciatore amaranto in occasione di un calcio piazzato. E’ indemoniato, un vortice di carica e adrenalina, come lo era da calciatore. Puntiglioso, preciso, un martello, come lo ha definito Taibi. Vuole essere perfetto, approfittare di ogni sbavatura e dettaglio, vuole (anzi vorrebbe) essere in campo a giocare, fosse per lui andrebbe pure a segnare. Esultanza tranquilla, tutto sommato, nei tre gol amaranto a Ferrara. Ma sa che è presto per le esultanze “pesanti”. Ha chiesto piedi per terra e ha ribadito, ovviamente, che non si è fatto ancora nulla. Al Granillo si aspettano però le sue esultanze anche in panchina, così come faceva da calciatore.

La Reggina di Inzaghi e l’importanza delle mezz’ali: la lavagna tattica del match con la Spal | FOTO

inzaghi urla reggina

inzaghi urla reggina