fbpx

Ponte sullo Stretto, Blandina: “Modello Genova per realizzarlo, si riprenda il progetto esistente”

ponte sullo stretto villa san giovanni cannitello

“Chi si intesterà questa battaglia e la vincerà farà una grande magia per la Sicilia e per il Paese”, ritiene il presidente della Camera di Commercio di Messina

“La storia recente di Messina è che quando tutti si impegnano per il bene comune le cose vengono fatte. Basti vedere cosa è successo con lo sbaraccamento: una storia che andava avanti da oltre un secolo ed ora è stata risolta”. Inizia così l’intervista di Ivo Blandina, presidente della Camera di Commercio di Messina, rilasciata al Sole24Ore. L’imprenditore utilizza questa premessa per collegarsi al tema degli investimenti necessari: “è scontato che in questa campagna elettorale si torni a parlare di Ponte sullo Stretto, il modello da seguire è quello del Ponte Morandi. E’ un’opera fondamentale e credo debbano essere eliminate tutte le difficoltà e i veti”.

“C’è un progetto praticamente esecutivo, si vada avanti – prosegue Ivo Blandina – . Chi si intesterà questa battaglia e la vincerà farà una grande magia per la Sicilia e per il Paese. Sul Ponte non si può ragionare in maniera pregiudiziale ed ideologica. Se vogliamo che ritorni il trasporto su ferro delle merci in Sicilia dobbiamo fare il Ponte ed evitare tutti gli extra costi che paghiamo e pesano su cittadini e imprese – conclude Ivo Blandina – . In generale per tutte le infrastrutture e per le opere non bisogna tagliare i tempi. Non si può pensare di progettare oggi per avere un’opera pronta dopo 20 anni”.