fbpx

Messina, 47enne si sottopone a intervento chirurgico per dimagrire e muore: aperta inchiesta

ospedale papardo messina Foto Ansa

Messina, la donna si era sottoposta ad un intervento chirurgico per un bypass gastrico: la famiglia chiede l’autopsia

Una donna di 47 anni, Patrizia Giunta, residente a Modica, si era sottoposta ad un intervento chirurgico in una clinica privata per la creazione di un bypass gastrico allo scopo di ridurre la dimensione dello stomaco e quindi dimagrire rapidamente. Ma qualcosa e’ andato storto e la donna dopo una febbre altissima e il ricovero in terapia intensiva, e’ morta nelle ore scorse.

La famiglia ha sporto denuncia alla polizia di Ragusa che sta trasmettendo gli atti ai pm messinesi. I magistrati acquisiranno le cartelle cliniche e decideranno nelle prossime ore se disporre l’autopsia. Giunta lascia marito e due figli di 18 e 20 anni. La donna è morta nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Messina dove si trovava ricoverata per l’aggravarsi delle condizioni.

La 47enne voleva dimagrire e dopo aver tentato in vari modi senza risultati, aveva deciso di sottoporsi ad intervento chirurgico, in una clinica privata, per ridurre lo stomaco. Un’operazione che sembrava perfettamente riuscita ma diversi giorni dopo ha iniziato ad accusare malesseri sempre piu’ diffusi che infine l’hanno portata al ricovero e alla morte prematura a soli 47 anni. Il bypass gastrico riduce l’introito alimentare diminuendo la fame e accelerando il senso di sazieta’. La perdita di peso media globale e’ intorno al 60% del sovrappeso (cioe’ dei chili in piu’), con un buon mantenimento del peso perso oltre i dieci anni. E’ una metodica e’ stata molto praticata negli Stati Uniti negli ultimi 20 anni ed e’ oggi diffusa in tutto il mondo; tuttavia, rispetto ad altre tecniche, alcuni medici fanno notare che i tempi dell’intervento chirurgico e dell’ospedalizzazione sono piu’ lunghi e il tasso di complicanze piu’ elevato.