fbpx

Paura a Pantelleria: arrivati i canadair, le fiamme hanno distrutto oltre 100 ettari | FOTO e VIDEO

  • Foto di Ignazio Marchese / Ansa
    Foto di Ignazio Marchese / Ansa
  • Foto di Ignazio Marchese / Ansa
    Foto di Ignazio Marchese / Ansa
  • Foto di Ignazio Marchese / Ansa
    Foto di Ignazio Marchese / Ansa
  • Foto di Ignazio Marchese / Ansa
    Foto di Ignazio Marchese / Ansa
/

Incendio a Pantelleria: il sindaco ha spiegato stamani che la situazione sull’isola sta tornando alla normalità

E’ stata una notte di terrore a Pantelleria a causa di un furioso incendio che ha creato enormi danni. “Sull’Isola si va verso la normalità: due Canadair sono già al lavoro per spegnere gli ultimi focolai in una zona dopo è difficile operare da terra. Il vento è calato e anche le fiamme, il peggio sembra passato“. Così il sindaco Vincenzo Campo fa il punto della situazione nell’isola con l’ANSA. Resta “il forte dubbio” che il rogo “abbia origine dolosa“, perché, spiega, è “partito da due punti distanti tra loro centinaia di metri“. Campo auspica che “a Pantelleria, come nel 2016, la natura possa coprire l’accaduto e si scoprano i ‘fenomeni’ di questo atto indegno“.

Secondo quanto riferito dalla Protezione Civile Sicilia, è che “a Pantelleria sono andati distrutti da 100 a 200 ettari di vegetazione“. Una perdita immane. “E’ ancora presto per capire l’entità esatta del danno. Ma una vasta zona è andata in fumo“. A parlare con l’Adnkronos è il capo della Protezione civile della Sicilia, Salvo Cocina, che per tutta la notte ha seguito l’evolversi della situazione dell’incendio divampato sull’isola. “E’ stata raggiunta anche una zona del Parco nazionale di Pantelleria – sottolinea– ma non la zona di maggiore riserva integrale”.

Le immagini del furioso incendio di Pantelleria | VIDEO