fbpx

Titolone di Gazzetta dello Sport: “occhio alla Reggina”. Esperti in coro: “Inzaghi darà fastidio a tutti”

gazzetta dello sport reggina

La Reggina ora è attenzionata dai grandi media: citata da TuttoSport qualche giorno fa (“sembra il Milan”), ora è il turno della Gazzetta dello Sport, che titola: “occhio alla Reggina”. Lo fa alla luce delle interviste a quattro esperti che la B la conoscono bene per essere stati calciatori, allenatori, dirigenti o comunque esperti

Ora tutti lodano la Reggina. Due mesi fa la davano per finita, poi per retrocessa (secondo i bookmakers), ma adesso in tanti cominciano a notarla. Merito della scelta Inzaghi, di un mercato quasi rivoluzionario ma importante (almeno sulla carta), e soprattutto della convincente vittoria di Ferrara all’esordio, in cui al risultato si è aggiunta una prestazione positiva. Nulla di nulla, ovviamente, ancora: era la prima, è agosto, la condizione non è al top per nessuno e c’è bisogno di qualche settimana per capire i reali valori di ogni squadra. Super Pippo ha tenuto a sottolinearlo per evitare voli pindarici. E ha fatto bene. La Reggina, però, è attenzionata.

E’ attenzionata dai grandi media: citata da TuttoSport qualche giorno fa (“sembra il Milan”), ora è il turno della Gazzetta dello Sport, che titola: “occhio alla Reggina”. Lo fa alla luce delle interviste a quattro esperti che la B la conoscono bene per essere stati calciatori, allenatori, dirigenti o comunque esperti. Il primo è Roberto Breda, ex tecnico amaranto: “della Reggina mi è piaciuto vederla in campo con idee già chiare, sono andati a prendere alti gli avversari più di quanto facciano di solito le squadre di Pippo”, ha detto, evidenziando l’atteggiamento immediatamente aggressivo. Poi è il turno di Moreno Longo, adesso fermo dopo aver allenato l’Alessandria l’anno scorso: “la partenza sprint della Reggina un po’ me l’aspettavo, Inzaghi ha portato energie positive e il mercato è da playoff”, ha sottolineato. In ultimo Stefan Schwoch, superbomber cadetto: “avevo identificato la Reggina – ha affermato – come possibile sorpresa già prima che vincesse a Ferrara, Inzaghi ha una voglia di rivincita enorme, quando prendi lui non puoi accontentarti di ambizioni al ribasso. Può trascinare tutto l’ambiente”.