Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWSREGGIO CALABRIA

Federbalneari spinge il turismo in Calabria: “a Reggio e Condofuri spiagge meravigliose”

“A Condofuri si può dormire a pochi metri dal mare in una cornice naturale unica, ma non dimentichiamo la suggestiva e panoramica spiaggia di Reggio Calabria”, sottolinea l’associazione in un report sulle spiagge low-cost italiane

L’estate 2022 è la stagione della vera ripartenza col ritorno dei flussi turistici ben al di sopra degli anni pre-Covid e sono molte le spiagge, da nord a sud, che riescono ad offrire servizi di qualità a costi particolarmente vantaggiosi. Per Federbalneari però, tra le migliori in assoluto, ci sono anche quelle di Condofuri e Reggio Calabria. E’ quanto viene riferito in una ricerca che indica le “più adatte tra le spiagge low-cost italiane”. “All’estremo Sud – scrive Federbalneari nella nota – troviamo la località di Condofuri dove si può dormire a pochi metri dal mare in una cornice naturale unica. Ma non dimentichiamo poi la suggestiva e panoramica spiaggia di Reggio Calabria!“. Per la Sicilia, invece, menzionata la spiaggia di Licata, nell’agrigentino.

“Tra le spiagge low-cost italiane – si legge ancora – come non parlare dell’intramontabile Riccione, in Emilia Romagna, insieme a Bellaria-Igea Marina, Lignano Sabbiadoro, la spiaggia per eccellenza del Friuli e la super organizzata Bibione in Veneto. Scendendo al centro, troviamo almeno tre località a buon mercato nel Lazio: le bellissime Anzio ed Ostia, la spiaggia di Ladispoli e Santa Marinella col suo stupendo Castello di Santa Severa sul mare dove si può anche pernottare. Ci sono poi Civitavecchia, passando per la costa viterbese di Tarquinia sito Unesco, e Montalto di Castro con gli scavi di Vulci. Ancora più a sud, in Puglia, Rodi Garganico che riesce a coniugare servizi di qualità con prezzi contenuti, così come Maratea in Basilicata”.

Per Federbalneari “in tutte queste spiagge low-cost i servizi offerti sono di alta qualità, seppur a costi molto contenuti, e propongono numerose attività culturali, enogastronomiche e ricreative dirette alle famiglie. Si potrà scegliere di praticare una rilassante lezione di yoga al tramonto, concedersi un aperitivo-fitness dopo un torneo di beach volley o tennis, oppure lasciare i propri figli per qualche ora all’animazione per i bambini. E ancora godersi un cocktail in piscina, dedicarsi ad un’attività acquatica mai provata prima e infine sperimentare quella che è la nuova hit dell’estate 2022, il Sup Yoga, ovvero la meditazione yoga in acqua su una tavola da stand up paddle”.

Marco Maurelli, presidente di Federbalneari Italia, afferma: “in generale, tutte le regioni, anche quelle che sono considerate mete turistiche costose, offrono opportunità di soggiorno alquanto diversificate. Spesso basta spostarsi di qualche chilometro dai lidi più frequentati e rinomati per trovare dei borghi di mare alternativi, ben collegati, organizzati e con prezzi più bassi”. Inoltre, stando a una ricerca a cura dell’istituto Demoskopika e alle recenti previsioni dell’Istat, “le previsioni di presenze turistiche sui nostri lidi per il mese di agosto lasciamo immaginare grande soddisfazione, considerando che oltre la metà degli italiani (51%) ha deciso di andare in vacanza nei mesi estivi del 2022, un anno che sta registrando un importante incremento dei flussi turistici in Italia: quasi 343 milioni di presenze e più di 92 milioni di arrivi, con una crescita, rispettivamente, pari al 35% e al 43% rispetto all’anno precedente. Prevale la vacanza nazionale: 9 italiani su 10 trascorreranno le vacanze nel Belpaese e svettano le località balneari, indicate come preferite da ben il 57% degli italiani”.