fbpx

Delibera Messina Social City, Gioveni: “maggioranza ha avuto bisogno di Fratelli d’Italia e Caruso per numero legale”

La delibera sul contratto di servizio della Messina social city passa grazie ai voti di Fratelli d’Italia e di “De Domenico sindaco!” (Caruso). Gioveni fa notare un possibile campanello d’allarme nella maggioranza

“La delibera sul contratto di servizio della Messina social city passa grazie al voto di “Fratelli d’Italia” e del collega Caruso della lista “De Domenico sindaco!“. Il sottoscritto, capogruppo di Fratelli d’Italia, Libero Gioveni con i colleghi di gruppo Pasquale Currò e Dario Carbone, con grande senso di responsabilità, insieme al collega del centrosinistra Giovanni Caruso, stasera hanno votato favorevolmente l’importante delibera, mantenendo soprattutto il numero legale.

‘Infatti – come ha anche spiegato Gioveni nella sua dichiarazione di voto finale in Aula – se non fossimo stati presenti noi tre più il collega Caruso, il numero dei consiglieri di maggioranza sarebbe stato di 14 unità, per cui sarebbe caduto il numero legale. È forse un primo campanellino d’allarme all’interno di una maggioranza bulgara certificata di 22/23 elementi?‘ – si chiedono i tre consiglieri di FdI. ‘È ovvio che noi non faremo mai mancare la nostra presenza e il nostro voto sugli atti importanti per la città – evidenzia Gioveni – tanto che anche stasera, pur avendo avuto bocciati tre emendamenti dalla maggioranza, abbiamo voluto comunque mantenere il numero legale e addirittura votare a favore dell’importante atto deliberativo per garantire i servizi sociali e gli stessi lavoratori.

Rimane però il fatto politico inequivocabile – concludono Gioveni, Carbone e Curró che hanno invitato l’assessore Calafiore a rendere edotto dell’accaduto il sindaco Basile – che questa maggioranza stasera ha avuto bisogno dei voti di Fratelli d’Italia e di un esponente del centrosinistra’“. È quanto dichiarato in una nota diffusa alla stampa dal consigliere comunale Libero Gioveni, capogruppo FdI.