fbpx

AgCom a Dazn: “rimborsi automatici agli abbonati”. La Lega Calcio prende posizione

disservizi dazn spal-reggina

Dazn si è dimostrata disponibile all’ipotesi di una creazione di forme di rimborso “semplificate” dopo i disservizi per le partite dello scorso 14 agosto

In una lettera di ieri pomeriggio, il Garante per le Comunicazioni (l’AgCom) chiede a Dazn forme di rimborso “semplificate”, quasi automatiche agli abbonati che non hanno visto le partite il 14 agosto 2022. Il Garante spiega che il disservizio della scorsa, prima giornata sia per Serie A che per Serie B, è un evento “conclamato” e grave. Per questo gli sportivi hanno diritto a “ricevere il denaro senza ostacoli burocratici”. Dazn si è dimostrata disponibile a questa ipotesi, ma resta da capire quante persone riceveranno materialmente il “rimborso”. La Lega Calcio preme affinché la pay-tv risarcisca tutti i suoi clienti del calcio (che sarebbero 1,8 milioni), ma non è scontato che le cose vadano a finire così. Se così fosse, in base alle regole del Garante, l’abbonato ha diritto a ricevere, in un caso come quello accaduto nell’ultimo weekend, un quarto del canone mensile. E quindi: chi ha un abbonamento da 29,99 euro riceverebbe 7,49 euro; chi è un abbonato premium da 39,99 euro riceverebbe 10 euro.

In realtà regole per il rimborso a tutela dei consumatori esistono già, anche se non sono di facilissima gestione. Sono scritte nella delibera del Garante numero 17 del 2022 (Allegato A): l’abbonato a Dazn, infatti, ha certamente diritto a ricevere indietro i suoi soldi se i tentativi di accesso alla piattaforma oppure di accesso alla singola partita sono superiori a cinque (parliamo di tentativi infruttuosi, falliti). Il Garante però spiega che “l’utente dovrà accludere alla richiesta di indennizzi”, tra le altre cose, “le condizioni contrattuali di fornitura del servizio di connettività incluso, ove disponibile, la banda minima garantita”. Una procedura non semplice e per questo da snellire.

La Lega Calcio, che il 15 agosto ha scritto una lettera decisa a Dazn per i problemi del 14, considera l’incidente chiuso. L’emittente nell’occasione dei disservizi ha organizzato una qualche risposta di fronte ai primi problemi fornendo appunto i link provvisori di accesso alle gare, una mossa che permette anche di capire chi ha avuto problemi con gli accessi. Il giorno dopo, il 15, la visione di Verona-Napoli e Juventus-Sassuolo è andata liscia, senza intoppi (1,7 milioni gli spettatori complessivi).