fbpx

Sanità in Calabria, Occhiuto: “firmato accordo con Cuba, arriveranno fino a 497 medici”

accordo occhiuto cuba

Il governatore calabrese ha appena stretto una collaborazione con l’ambasciata cubana

“Ogni giorno ricevo messaggi di cittadini calabresi che lamentano il fatto che in Calabria non ci sono molti medici, ma si tratta di un problema nazionale. Il numero chiuso a medicina ha privato il nostro Paese dei medici necessari, stiamo facendo di tutto per reclutare medici, stiamo cercando di far tornare indietro i nostri medici e farli lavorare in Calabria. Abbiamo bandito tanti concorsi, molti dei quali però sono andati deserti perché non si è presentato nessuno. E’ per questo che ho firmato un accordo importante”. E’ quanto comunica in un video pubblicato sui social Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria.

“Da qualche mese ho intavolato una trattativa col Governo cubano, precisamente con la Comercializadora de Servicios Medicos Cubanos (CSMC), la società dei medici cubani, per la fornitura di servizi medici e sanitari.  – prosegue Occhiuto – , coloro che hanno svolto un lavoro straordinario in Lombardia nel periodo più duro del Covid. Hanno grandi requisiti in termine di qualità ed esperienza e ho firmato questo accordo con l’ambasciata di Cuba. Arriveranno fino a 497 medici, quelli che servono nei nostri reparti ospedalieri. I primi saranno qui a dicembre e, in affiancamento a medici calabresi, garantiranno il diritto alla cura dei nostri cittadini”.

“Siamo soddisfatti per la firma di questo importante Accordo, un’opportunità in più per la Calabria, un modo concreto per dare risposte immediate ai bisogni dei cittadini, per erogare in modo adeguato i servizi, per garantire su tutto il territorio regionale presidi sanitari operativi e ospedali funzionanti. Abbiamo deciso in questi mesi di mantenere riservata questa delicata trattativa anche perché, nel frattempo, altre istituzioni pubbliche e private stavano esplorando con insistenza la stessa strada. Il risultato raggiunto ci ripaga del lavoro fatto e ci consente di affrontare con maggior serenità i prossimi step per risanare e migliorare sempre più la nostra sanità regionale”, conclude Occhiuto.

accordo occhiuto cuba

Mangialavori: “medici cubani in Calabria risultato straordinario della Regione”

“Ancora una volta il centrodestra di governo dimostra di avere una marcia in più e di lavorare per risolvere i problemi dei cittadini. I 500 medici in arrivo da Cuba daranno una grossa mano d’aiuto a tutto il sistema sanitario calabrese. L’accordo di cooperazione siglato dal presidente della Regione, Roberto Occhiuto, con la società dei medici cubani è una soluzione temporanea ma molto efficace. Ci permetterà di sopperire alla cronica carenza di personale nei nostri ospedali. È una buona, grande notizia per tutta la Calabria. Un risultato eccezionale che va ascritto per intero al presidente Occhiuto e a tutto il centrodestra regionale. Obiettivi come questo si raggiungono lavorando sodo e con competenza, senza troppi proclami ma sorretti dalla ferrea volontà di superare gli ostacoli per il bene della comunità”. Lo afferma il senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori.

“Il presidente Occhiuto – continua – ha compiuto una scelta pragmatica e di buonsenso, peraltro già attuata durante il momento più grave della pandemia di Covid da altre regioni del Nord Italia. L’intesa permetterà alla Calabria di usufruire dell’opera professionale di 497 medici dalle diverse specializzazioni. Saranno loro a colmare gli enormi buchi del nostro sistema sanitario, nelle more dell’espletamento dei tanti concorsi banditi per il reclutamento di nuovo personale medico”.

“Oggi, malgrado la Calabria disponga delle risorse necessarie – spiega Mangialavori – , assumere nuovi medici è diventata un’impresa. Il presidente Occhiuto, nella sua qualità di commissario ad acta della Sanità, ha messo in campo tutte le azioni necessarie per reclutare il maggior numero di operatori possibile, ma le procedure da seguire sono farraginose e la Calabria non può permettersi di aspettare ancora. I cittadini hanno diritto di avere subito servizi migliori e reparti ospedalieri pienamente operativi. La scuola medica cubana, peraltro, è una garanzia assoluta: come il centrodestra”.