fbpx

Storico ritorno di Riccardo Cocciante in Calabria | INFO

/

Riccardo Cocciante in concerto il 2 agosto al Teatro dei Ruderi di Cirella a Diamante

E’ iniziato il conto alla rovescia per uno degli eventi musicali dell’anno: lo straordinario ritorno live di Riccardo Cocciante con un tour di sole otto date, esclusivamente in alcune location tra le più suggestive del nostro Paese scelte accuratamente per la loro storia e la loro bellezza, da Piazza Santissima Annunziata di Firenze il 19 luglio, alla Cava del Sole di Matera il 4 agosto, fino al Foro Boario di Ostuni il 6 agosto, passando per  Piazza Castello di Marostica il 21 luglio, l’Arena Fiera di Bergamo il 23 luglio, il Teatro Grande degli Scavi di Pompei il 27 luglio, l’Auditorium Parco della Musica di Roma il 31 luglio, il Teatro dei Ruderi dell’Area Archeologica di Cirella Antica a Diamante il 2 agosto alle 21:30, la tappa più a Sud del breve tour.

Il ritorno in Calabria, a circa quarant’anni dalla sua ultima esibizione in questa regione, fa parte di “Fatti di Musica 2022”, il 36° Festival-Premio del Miglior Live d’Autore di Ruggero Pegna. Riccardo Cocciante riceverà anche il premio del Festival nella sezione riservata ai “Miti della Musica d’Autore Italiana e Internazionale”. In questo storico tour sarà accompagnato da alcuni tra i più grandi musicisti della scena musicale italiana e dall’ Orchestra Sinfonica “Saverio Mercadante” di Altamura diretta dal Maestro Leonardo de Amicis, composta da 32 elementi (6 violini I, 6 violini II, 4 viole, 4 violoncelli, 2 contrabbassi, flauto, oboe, clarinetto, 2 corni, 2 trombe, 2 tromboni). Alla celebre Orchestra, si aggiungerà la Sezione Ritmica con Alfredo Golino, batteria, Roberto Gallinelli, basso, Ruggero Brunetti ed Elvezio Fortunato, chitarre, Luciano Zanoni, tastiere/programmatore e Sebastian De Amicis, percussioni.

Il grande autore e interprete di indimenticabili canzoni e compositore acclamatissimo dell’opera popolare “Notre Dame de Paris”, con “Cocciante canta Cocciante” ripercorrerà la sua straordinaria carriera, eseguendo tutti i suoi intramontabili successi, da Margherita a Bella senz’anima, Cervo a primavera, Quando finisce un amore, Se stiamo insieme, Un nuovo amico, Sincerità, Io canto e tutti gli altri. Un vero e proprio viaggio nella bellezza, in cui le note di canzoni indimenticabili, che hanno fatto da colonna sonora agli ultimi decenni della nostra storia e delle nostre vite, risuoneranno in luoghi altrettanto indimenticabili del Bel Paese.

Riccardo Cocciante, nato il 20 febbraio 1946 a Saigon, in Vietnam, da padre italiano e madre francese, trasferito con la famiglia a Roma all’età di soli 11 anni, è uno dei musicisti e cantanti italiani più amati a livello internazionale. Ha vissuto tra Italia, America e Francia, oltre a trascorrere alcuni anni a Dublino. Oltre ai suoi grandi brani, con le musiche dello spettacolo Notre Dame De Paris ha ottenuto un successo planetario. L’opera è stata tradotta in 9 lingue (francese, inglese, italiano, spagnolo, russo, coreano, fiammingo, polacco e kazako) e ha attraversato 20 Paesi con più di 5.400 spettacoli, capaci di stupire 13 milioni di spettatori in tutto il mondo.

Per il concerto di Riccardo Cocciante a Diamante sono disponibili i biglietti di gradinata (tutti posti a sedere) su www.ticketone.it e nei punti Ticketone (Cosenza. Inprimafila; Diamante: Suoni e Ultrasuoni ed Edicola Rossella a Cirella, ecc.). Tutte le informazioni sono reperibili al tel. 0968441888 e ai siti web www.ruggeropegna.it, www.ticketone.it.

 “Dopo il successo di Notre Dame De Paris a Reggio, con ben 7000 studenti ai matinée e 6000 spettatori ai serali, riparte proprio con Riccardo Cocciante un’altra strepitosa edizione di Fatti di Musica – afferma Ruggero Pegna – Tanti gli eventi e per tutti i gusti, tra cui il concerto di Franco126 sempre a Cirella lunedì 8 agosto, quello di Rkomi il 12 agosto nell’Anfiteatro di Acri, per tornare al Teatro dei Ruderi il 20 agosto con Irama! Fatti di Musica è un festival-evento patrimonio della Calabria, finanziato dagli stessi calabresi con i loro biglietti; mi auguro comunque – auspica Pegna – che la Regione voglia assicurare un suo contributo, pur piccolo rispetto agli ingenti costi, viste peraltro le ridotte capienze dei teatri calabresi e il livello eccezionale degli eventi”.

Come al solito, diversi pure gli abbinamenti sociali e culturali di “Fatti di Musica”: da quello alla lotta alle leucemie, alla celebrazione del 50° dei Bronzi di Riace che ha visto, grazie ad un accordo con la Direzione, migliaia di ragazzi spostarsi al Museo Nazionale di Reggio dopo  aver partecipato a Notre Dame De Paris.