fbpx

Reggina, si va verso il ritiro al Sant’Agata. E Stellone fa un altro gesto d’amore

Reggina-Perugia Stellone Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Prende piede con forza l’ipotesi ritiro al Sant’Agata, per la Reggina, che ha anche definito gli ultimi dettagli con Stellone

E alla fine, probabilmente, si resta a casa. La Reggina, dopo aver valutato varie ipotesi, anche fuori Regione, dovrebbe rimanere al Sant’Agata per la prima parte del ritiro estivo (la seconda da definire) in vista della nuova stagione. A parità di scelta su servizi e non solo, quella del Centro Sportivo è stata ritenuta la migliore, per i comfort che la struttura riesce a offrire, vero fiore all’occhiello della città e tra le poche di tale portata da Roma in giù. Il tempo a disposizione per decidere è anche ridotto, per i fatti ben noti, quindi ha preso piede questa ipotesi e, a meno di nuovi ribaltoni, si attende solo che venga ufficializzata. Il raduno è previsto nei prossimi giorni.

Sempre il poco tempo a disposizione non aiuta la scelta dell’allenatore, anche se la situazione con Stellone – secondo quanto appreso dalla nostra redazione – si è finalmente sbloccata. Ad onor del vero già sabato, dopo l’incontro tra Taibi e Martino, si è andati dritti sulla conferma del tecnico romano, ma negli ultimi giorni il tanto atteso annuncio è slittato per alcune questioni economiche legate al contratto stipulato con la vecchia società al termine della scorsa stagione. Per farla breve, Stellone è dovuto andare nuovamente incontro alla proprietà (dopo aver atteso buone nuove in questi mesi), riducendosi l’ingaggio di 30 mila euro per il buon esito dell’accordo, per cui adesso si attende solo l’annuncio. Qualche giorno in più, dunque, per una fumata bianca arrivata grazie ad un ulteriore atto d’amore da parte dell’allenatore romano, che non vede l’ora di cominciare la nuova stagione.