fbpx

Palermo, ora è anche ufficiale: il club rosanero passa al City Football Group

city football group palermo Foto sito ufficiale Palermo

L’ufficialità era già annunciata ed è arrivata questa mattina: giornata storica per il Palermo FC, che passa nelle mani degli arabi del City Football Group

Mesi di trattative, con un entusiasmo lampante, un Barbera gremito e una promozione in B nel mezzo. Poi la firma di qualche giorno fa e l’annuncio ufficiale di oggi, cui segue conferenza stampa di presentazione: il Palermo è adesso nelle mani del City Football Group, la galassia dello Sceicco Mansour, proprietario del Manchester City e di altre società calcistiche sparse per il globo. E’ una svolta storica per la Palermo calcistica e non solo, si tratta anche del primo club italiano a passare sotto gestione araba. “Il City Football Group – si legge nella nota ufficiale – ha rilevato la quota di maggioranza del Palermo FC. La squadra siciliana vanta una storia ricca di successi e rappresenta uno dei club calcistici più popolari d’Italia. Dario Mirri, siciliano e tifoso da sempre, resterà Presidente del club e Presidente del consiglio di amministrazione del Palermo FC”.

Ferran Soriano, Amministratore Delegato del City Football Group, ha dichiarato: “Il Palermo è uno storico grande club e possiede un’identità forte e orgogliosa. Lavoreremo insieme a Dario Mirri per consolidare il suo straordinario lavoro, che punta – nel corso dei prossimi anni – a una crescita sostenibile del Palermo. Questa è una squadra molto speciale e il nostro ruolo sarà quello di aggiungere valore a tutte le cose che la rendono così speciale e di migliorare costantemente le prestazioni dentro e fuori dal campo, facendo leva sulla nostra esperienza e competenza. L’Italia è uno dei Paesi calcisticamente più emozionanti ed entusiasti al mondo, contraddistinta da una ricca storia di successi legati alle nazionali e ai club, tifosi appassionati e una serie di calciatori fantastici. Siamo felici che il City Football Group abbia esteso la propria presenza in Italia”.

Dario Mirri, Presidente del Palermo FC, ha aggiunto: “Siamo particolarmente felici di dare il benvenuto a Palermo al City Football Group. Volevamo trovare l’investitore giusto, con una profonda conoscenza del calcio, che ci aiutasse a dare seguito al nostro percorso. Ecco cosa porta in dote la presenza del City Football Group. Abbiamo concordato l’investimento prima della fine della stagione e sappiamo di poter contare su un partner intenzionato a sviluppare il Palermo nel modo giusto. Sono entusiasta di continuare a lavorare insieme al City Football Group. Capiscono e rispettano la cultura e le tradizioni del nostro club. Stiamo intraprendendo insieme un progetto di cui sono sicuro che tutti i nostri tifosi saranno orgogliosi”.

L’operazione ha visto coinvolti DLA Piper, Alvarez & Marsal e Pirola Pennuto Zei & Associati al fianco di City Football Group e Allen & Overy con lo Studio Mazzarella al fianco dell’azionista di Palermo Football Club S.p.A. e di Hera Hora S.r.l.. Inoltre, Lazard è stato advisor finanziario lato venditore.

Chi è il City Football Group

Fondato nel maggio del 2013, City Football Group è il principale proprietario e operatore privato di club calcistici a livello globale, con la proprietà totale o parziale di 12 club nelle principali città del mondo: i neo-campioni della Premier League Manchester City nel Regno Unito, i campioni della MLS New York City FC negli Stati Uniti, Melbourne City FC in Australia, Yokohama F. Marinos in Giappone, Montevideo City Torque in Uruguay, Girona FC in Spagna, Sichuan Jiuniu FC in Cina, Mumbai City FC in India, Lommel SK in Belgio, ESTAC Troyes in Francia, Palermo FC in Italia e il Partner Club Bolivar in Bolivia. Con 13 uffici in tutto il mondo, CFG investe anche in altre attività e progetti legati al calcio e funge da piattaforma commerciale globale per i suoi partner, portando avanti al contempo la sua visione che vede l’utilizzo del calcio per il bene sociale – su scala locale e globale – attraverso le associazioni di beneficenza, le fondazioni e altre iniziative di responsabilità sociale.

Abu Dhabi United Group, il veicolo di investimento di proprietà di Sua Altezza lo Sceicco Mansour bin Zayed Al Nahyan, è l’azionista di maggioranza di CFG (circa il 77%). Inoltre, circa il 12% delle azioni di CFG è detenuto da un consorzio di investitori istituzionali cinesi guidati dal conglomerato cinese leader nel settore dei media e dell’intrattenimento CMC Inc. Un ulteriore 10% circa è detenuto da Silver Lake, leader mondiale negli investimenti tecnologici.

Palermo, la nuova proprietà vuole la Serie A: “Guardiola? Forse un giorno potrà venire qui a lavorare…”