fbpx

Mister Gotti (ex Udinese) torna a Reggio: “qui 2 anni bellissimi con la Primavera. E su Reggina e prossima B dico…” | VIDEO

mister luca gotti

All’interno della “Sala Perri” di Palazzo Alvaro, sede della città metropolitana, l’allenatore ha parlato agli allenatori di calcio presenti. A ridosso dell’evento, StrettoWeb lo ha intercettato per porgli qualche domanda proprio sul suo passato alla Reggina

Missiroli, Barillà, Viola, Castiglia, Marino. Sono alcuni dei calciatori (allora giovanotti) che mister Luca Gotti allenò 18 anni fa sulla panchina della Primavera della Reggina. Erano gli anni d’oro del Sant’Agata, quelli in cui il centro sportivo “sfornava” talenti con grande facilità, facendo la fortuna dello stesso club amaranto ma anche delle squadre future. Allora, per un giovane Luca Gotti, era una delle prime esperienze in panchina. Presto, però, il salto dai giovani ai Prof, fino alla prima in Serie A con l’Udinese del 2019. Oggi, il tecnico, dopo l’addio coi bianconeri, è pronto a sostituire Thiago Motta sulla panchina dello Spezia, ma intanto è tornato a Reggio Calabria per un incontro di aggiornamento tecnico con l’A.I.A.C. reggina.

All’interno della “Sala Perri” di Palazzo Alvaro, sede della città metropolitana, l’allenatore ha parlato agli allenatori di calcio presenti. A ridosso dell’evento, StrettoWeb lo ha intercettato per porgli qualche domanda proprio sul suo passato amaranto: “a Reggio due anni bellissimiha detto ai nostri microfoni – era un periodo d’oro da questo punto di vista e il tutto si è tramutato poi con i tanti anni anni nel calcio professionistico”. E la Reggina di ora? “Non conosco le vicende recenti del club dello Stretto, ho letto sui giornali che si è venuta a creare questa situazione e non posso che augurare un grande in bocca al lupo“. Dalla squadra alla città: “oggi ho avuto il privilegio di godermi il centro e la via marina, splendide come le ho lasciate qualche anno fa”. Con il regalo dei suoi ex ragazzi, che “domani mi hanno organizzato un pranzo tra di noi per stare insieme in leggerezza”. 

Gotti è in Serie A da qualche anno, ma da più parti la prossima B viene definita come una A2, per il ritorno di alcune piazze storiche: “ogni anno sento ripetere questo – chiosa l’allenatore – e diciamo che quest’anno ci sono delle retrocesse dalla Serie A nobili che si mischiano a piazze importanti che salgono dalla C e si aggiungono a un campionato cadetto già competitivo. C’è un mix con almeno 6-7 squadre che puntano al salto di categoria e questo alzerà l’asticella di tutti i parametri verso l’alto”. Di seguito alcuni stralci dell’intervista ai nostri microfoni.

Mister Gotti (ex Reggina e Udinese) torna a Reggio: “ho ritrovato la splendida via marina come l’avevo lasciata” | VIDEO