fbpx

Reggio Calabria, il Governo boccia 16 progetti: stop anche al Waterfront di Zaha Hadid. La rabbia di Versace: “è già iniziata la campagna elettorale” | INTERVISTA

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Cis Calabria, tra i 110 progetti approvati con alta priorità non figura neppure uno tra quelli presentati dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria. La delusione del sindaco f.f. Versace e del Consigliere Mantegna

“Sono deluso, più che arrabbiato. La giornata di ieri doveva essere importante per il sistema cultura, ma invece ha segnato una forte prevalenza di interessi politici, che non ha tenuto conto del merito e che ha visto escludere ben 16 progetti della Città Metropolitana di Reggio Calabria che non sono stati approvati”. Lo ha detto il Sindaco f.f. della Metrocity Carmelo Versace al termine della conferenza stampa tenutasi nel pomeriggio per evidenziare quelli che sono stati i 16 progetti del Cis non approvati ieri a Tropea, sotto il nome di “Svelare bellezza”, dagli uffici dell’Agenzia per la Coesione territoriale, insieme a quelli della Regione Calabria.

Tra i 16 progetti non approvati ne risultano alcuni molto importanti del centro cittadino, dai 60 milioni aggiuntivi per il Museo del Mare alla riqualificazione di Lido Comunale e struttura Girasole“Siamo pronti a reagire – ha detto Versace – e nelle prossime ore faremo un accesso agli atti, valuteremo se ci sono le condizioni per fare un ricorso. E’ chiaro che non finisce qui. Ciò che più mi dispiace è di non aver tenuto in considerazione il lavoro e il tempo che hanno speso i nostri amministratori. Una scelta discrezionale che penalizza, oltre ogni misura, un comprensorio di oltre 500 mila abitanti. La campagna elettorale è già iniziata? Certo che sì. Pensate che hanno approvato dehors in plastica, ma non so che cosa abbiano di bello e culturale”. E’ questo un riferimento al progetto approvato per Catanzaro, che prevede un’idea per la realizzazione di spazi aperti commerciali ed artigianali, con dehors all’aperto, a basso impatto urbanistico e strutturale nell’area Nicholas Green.

“Intanto, nelle prossime ore, proverò ad interloquire direttamente con il ministro Carfagna perché credo esistano, ancora, gli spazi per poter recuperare. Di certo, c’è che i senatori, l’intera deputazione calabrese ed i Consiglieri regionali di ogni partito hanno dimenticato il territorio della Città Metropolitana di Reggio Calabria”, ha chiosato Versace. Per il consigliere metropolitano delegato ai Lavori pubblici, Domenico Mantegna, intervenuto a margine della conferenza stampa a fianco al sindaco facente funzioni, si tratta di “una vicenda scandalosa”. “Nel mio ruolo – ha spiegato – ho seguito ogni fase per la presentazione dei progetti e, anche ieri mattina, sono stato a Tropea per assistere di persona alla firma dei Cis. Lì, ho abbandonato i lavori per protesta. Adesso, sanno di beffa gli incontri avuti, negli ultimi mesi, con la sottosegretaria Dalila Nesci, non ultimo quello in Prefettura durante il quale si è premurata di spiegare i criteri del bando raccomandando una strategia di inclusione e aggregazione dei Comuni. Tutte prescrizioni che abbiamo seguito alla lettera, ma oggi vediamo finanziate quasi esclusivamente schede di singoli Enti locali. Di quale aggregazione parlava la Nesci?”. “Infine – ha concluso Mantegna – mi ha profondamente rammaricato l’esclusione del progetto relativo a Pietra Cappa, il più grande monolite d’Europa patrimonio Unesco, a favore della riqualificazione di alcune case popolari. Mi domando: dov’è che si “svela la bellezza”, per come voleva il bando, con simili operazioni? Come Assemblea dei sindaci della Locride, al pari della Città Metropolitana, chiederemo un accesso agli atti per provare a comprendere ciò appare davvero incomprensibile”.

Di seguito le proposte degli interventi da valutare per l’inserimento nel programma CIS:

  1. Waterfront di Reggio Calabria Museo del Mediterraneo “60 mln”
  2. Porto Turistico Città di Reggio Calabria e Riqualificazione quartiere Candeloro “20 mln”
  3. Risanamento e sviluppo della Città di Reggio Calabria “lavori di risanamento e completamento Lungomare di Gallico” “10 mln”
  4. Recupero e Riqualificazione del dismesso Monastero della Visitazione “3.5 mln”
  5. Riqualificazione campo Coni “4.5 mln”
  6. Completamento e Valorizzazione Area a monte e a valle del Campo Coni “4.0 mln”
  7. Riqualificazione ed ampliamento Via Cappellieri, Gallico “5.0 mln”
  8. Progetto Integrato centro agroalimentare-trasporti pubblici, loc. Mortara “15.0 mln”
  9. Riqualificazione e rifunzionalizzazione dell’ex mercato coperto “Girasole” da adibire a sede
    delle società in house via Messina “5.0 mln”
  10. Ampliamento Cimiteri Comunali (Archi, Gallina e Sambatello) “6,0 mln”
  11. Riqualificazione Lido Comunale di Reggio Calabria “5.0 mln”

Totale richiesta finanziaria 138.0 milioni di euro

Cis Calabria, esclusi progetti per Reggio. Versace: “stiamo valutando ricorso” | VIDEO

Reggio Calabria, Mantegna: “spiegare quali criteri hanno portato esclusione progetti dal Cis” | VIDEO