fbpx

Volo Reggio Calabria-Milano, i cittadini reclamano: “orari scomodi, ripristinare una partenza al mattino”

aeroporto dello stretto reggio calabria tito minniti

Il gruppo di cittadini, conosciuto dietro il nome del Comitato ‘Difendiamo l’aeroporto dello Stretto da Milano’, ritiene che le partenze alle ore 12.05 e 17.15 non riescono a soddisfare le esigenze dei passeggeri che partono da Reggio Calabria

Dallo scorso 27 marzo è stato ripristinato il volo Reggio Calabria-Milano, eppure i cittadini lamentano ancora delle difficoltà. Il problema questa volta è legato agli orari scomodi garantiti dalla società ITA Airways“Non ci appassiona il dibattito chi subentrerà al vertice della Sacal, ci appassiona invece insistere sul fatto che gli orari dei voli che collegano Reggio a Milano e viceversa continuano ad essere scomodi per l’utenza”, sostiene il Comitato ‘Difendiamo l’aeroporto dello Stretto da Milano’. Infatti, seppure l’offerta tiene conto di due possibilità all’interno della stessa giornata per raggiungere il capoluogo lombardo, il gruppo di cittadini ritiene che le partenze alle ore 12.05 e 17.15 non riescono a soddisfare le esigenze dei passeggeri.

“In questi mesi – prosegue la nota del Comitato – , tanti di noi hanno viaggiato e sperimentato concretamente i nuovi orari. Senza dubbio si tratta di scelte che non hanno trovato gradimento nell’utenza. Scelte derivate più da occupare slot disponibili che scelte di praticità. Perché, ad esempio, i voli dalla città dello stretto (12.05 e 17.15, ndr) per chi deve effettuare visite mediche o comunque ha appuntamento di lavoro in mattinata, costringono il viaggiatore ad un pernotto non previsto. Il vecchio volo del mattino presto e rientro in serata da Milano è scomparso. E tutto questo danneggia i residenti dell’area dello stretto e del capoluogo lombardo”.

Sbarcare a Milano non prima delle 14.00 significa aver saltato tutti gli impegni mattutini ed essere costretti quindi a partire da Reggio almeno il giorno precedente ad una visita medica programmata o un appuntamento di lavoro, per esempio. Il tasso di pendolarismo tra la provincia di Reggio Calabria e il Nord Italia è consistente, il rischio è che nonostante la doppia offerta in molti preferiscano viaggiare da Lamezia Terme. Da questo ragionamento la richiesta del Comitato: “ai nuovi vertici chiediamo questo, in grande anticipo visto che l’orario attuale avrà comunque una scadenza: ripristinare almeno un volo al mattino e alla serata. Voli molto più utili e graditi all’utenza”.