fbpx

Villa San Giovanni: Comune e Metrocity siglano convenzione su darsena di Punta Pezzo e barriera soffolta

firma convenzione villa san giovanni

Presente il sindaco ff Carmelo Versace che insieme al Presidente dell’Associazione Alberto Bellantoni hanno illustrato i dettagli che hanno reso possibile il percorso sinergico

La Città Metropolitana di Reggio Calabria si spende al fianco della comunità villese per la protezione della costa e lo sviluppo delle attività turistiche da diporto. È stata sottoscritta a Villa San Giovanni la convenzione tra l’Ente di Palazzo Alvaro e l’associazione culturale Diportisti Villesi. Il protocollo d’intesa, siglato alla presenza del Sindaco ff della Città Metropolitana Carmelo Versace e del Presidente dell’Associazione Alberto Bellantoni, si pone l’obiettivo di “coinvolgere gli stakeholders in merito alle soluzioni per la riqualificazione e messa in sicurezza del Lungomare della Città di Villa San Giovanni, ponendo a base della valutazione della problematica anche le idee progettuali emerse con il Concorso di idee”, già promosso dalla stessa associazione. Tra le finalità dell’atto l’utilizzo di soluzioni progettuali concertate per la tutela e lo sviluppo del tratto di mare villese, alla luce dei risvolti culturali e turistici perseguiti dalla stessa associazione, nonché la salvaguardia del patrimonio ambientale e marino, “mettendo in atto – recita la convenzione sottoscritta – ogni utile azione ad arginare gli effetti dei cambiamenti climatici e le conseguenze dell’inquinamento” e dando impulso “all’attività di pianificazione di interventi mirati per delimitare e contrastare gli effetti dell’erosione che si sono già prodotti”.

Gli obiettivi dell’associazione puntano nello specifico alla realizzazione di due particolari strutture a protezione del Lungomare di Villa San Giovanni, la “Darsena di Punta Pezzo” e la “Barriera Soffolta” posta appena a sud della darsena stessa. Sin dalla propria costituzione l’Associazione si è impegnata per la riqualificazione delle strutture di protezione del litorale collocate nel lungomare villese. Una sinergia virtuosa dunque, che ha visto la Metrocity abbracciare e rilanciare il progetto proposto dall’Associazione Diportisti Villesi, attraverso un percorso che negli ultimi due anni ha preso quota attraverso un dialogo serrato, principalmente grazie alla disponibilità, già a partire dal 2019, dimostrata dal sindaco dell’Ente di “Palazzo Alvaro” Giuseppe Falcomatà e dal Presidente del Consiglio Regionale di allora, oggi consigliere regionale del gruppo del Partito Democratico, Nicola Irto, entrambi presenti alla sigla dell’odierna convenzione, sottoscritta dal sindaco ff Carmelo Versace e dal Presidente Alberto Bellantoni anche alla presenza dell’imprenditore Maurizio Talarico.

“Sono qui per dirvi grazie – ha dichiarato a margine della firma il sindaco ff Carmelo Versace – perché insieme abbiamo raggiunto un risultato molto positivo che vuole rappresentare per tutti noi un nuovo punto di partenza. Un obiettivo conseguito grazie al lavoro e alla tenacia dimostrata dall’Associazione, alla quale il sindaco Falcomatà, in qualità di massimo rappresentante della Città Metropolitana, ha creduto da subito, attivando insieme al Presidente Nicola Irto il percorso virtuoso che ci porta oggi alla firma dell’atto, già deliberato ufficialmente a Palazzo Alvaro. In questo senso – ha aggiunto Versace – mi sento di ringraziare tutti i protagonisti di questa virtuosa collaborazione, che sta già producendo importanti frutti da mettere a disposizione della comunità villese. Sono convinto infatti che dalla protezione e dallo sviluppo dei nostri tratti costieri possa nascere quell’impulso positivo allo sviluppo delle comunità, in chiave turistica, commerciale e quindi occupazionale, che è il presupposto essenziale per il rilancio del nostro territorio. Viviamo in un posto davvero unico al mondo, caratterizzato da peculiarità paesaggistiche ed ambientali assolutamente invidiabili. Il nostro compito, da istituzioni – ha concluso il sindaco ff – è quello di proteggere e valorizzare questo patrimonio. E quello che siamo riusciti a fare fino ad oggi qui, è certamente una tappa significativa di questo percorso”.