fbpx

Svezia e Finlandia nella Nato, la Russia: “reazione politica. Ma se ci fosse minaccia nucleare…”

Svezia Finlandia Nato Foto di Stephanie Lecocq / Ansa

La Russia reagirà unicamente dal punto di vista politico se Svezia e Finlandia si uniranno alla Nato. Ma se ci dovesse essere una possibile minaccia nucleare al confine la situazione potrebbe cambiare

La Russia non ha alcuna intenzione ostile nei confronti di Svezia e Finlandia, dunque ritiene ingiustificato l’ingresso dei due Paesi nella Nato. A dichiararlo è Alexander Grushko, viceministro degli esteri russo, citato dal “Guardian”. Allo stesso tempo però, Mosca non si opporrebbe all’ingresso delle due nazioni nell’Alleanza Atlantica, ma si riserverebbe la possibilità di reagire politicamente. Secondo “Interfax”, Grushko ha però sottolineato come la militarizzazione di Svezia e Finlandia da parte della Nato, con il possibile dispiegamento di armi nucleari al confine, potrebbe portare a una reazione decisamente diversa. Secondo il viceministro “la Nato vuole militarizzare tutto quello che è alla sua portata“. In quel caso, Mosca non starà ferma a guardare.