fbpx

Sicilia, ok Ars a Finanziaria e Bilancio: Messina ottiene fondi per mostra sisma del 1908 e albergatori di Vulcano

museo regionale messina mume Foto del Ministero della Cultura

Complessivamente sono stati approvati tre maxi emendamenti, che valgono 32 milioni di euro: ecco quali interessano la provincia di Messina

L’Ars ha approvato la legge di stabilità con 20 voti a favore e 10 contrari ma con la presenza determinante dei deputati dell’opposizione. Tra gli astenuti però diversi esponenti di Forza Italia e Lega. L’ok alla manovra finanziaria è arrivato poco prima di mezzanotte. Varato subito dopo anche il bilancio con 30 voti a favore e 19 contrari. Complessivamente i tre maxi emendamenti valgono 32 milioni di euro. La finanziaria vale invece 831 milioni, la legge di bilancio 20 miliardi e il bilancio triennale 57 miliardi. Tra gli emendamenti stanziati esulta anche Messina: trovate le risorse per gli albergatori di Vulcano e per la mostra sul sisma del 1908 al Museo Regionale. Con un altro emendamento, del parlamentare pentastellato De Luca sono state introdotte importanti novità per un progetto riguardante la vallata di Santo Stefano.

“Il Pd ha votato contro una finanziaria inutile di un governo inutile”, dice Giuseppe Lupo capogruppo del Pd all’Ars a proposito della manovra finanziaria. “Ci siamo battuti  – aggiunge – per difendere i diritti dei più deboli, dei disabili, per difendere le attività ed i bilanci dei Comuni ed il futuro e lo sviluppo delle imprese e del lavoro. Il presidente Musumeci ha disertato i lavori d’Aula, se non per qualche ora. Un ulteriore atto di disprezzo nei confronti del Parlamento, ma forse è stato meglio così. Se fosse stato presente – conclude Lupo – sarebbe stato anche peggio”.

Il M5s, invece, parla di “brutto congedo di un governo pessimo. L’ultima Finanziaria di questo disastroso governo è andata in porto solo grazie al lavoro delle opposizioni, che, dopo che le commissioni sono state esautorate, hanno parlamentarizzato i lavori, riuscendo ad incidere notevolmente e portando a casa buoni risultati per i siciliani. Le inefficienze del governo e di un Musumeci colpevolmente assente, comunque, non hanno permesso di dare tutte le risposte che aspettavano i cittadini”. Una delle “poche note liete è che questa Finanziaria è l’ultima a cui mette mano Musumeci”, commenta il capogruppo del M5s all’Ars, Nuccio Di Paola.

Dal finanziamento alle riserve naturali, agli incentivi per le auto elettriche, al software antinquinamento: “pioggia di sì alle norme 5 Stelle”

Dal finanziamento  alle riserve naturali agli incentivi per le auto elettriche, al software antinquinamento. E ancora sblocco per 3 milioni di euro per le edicole danneggiate dal Covid, ok al catasto dei suoli percorsi dagli incendi, bonus per le bollette elettriche per i disabili gravissimi. “C’è questo e tanto altro  targato 5 Stelle all’interno del maxiemendamento alla Finanziaria che ha avuto il via libera dall’aula”, rivendicano gli esponenti grillini all’Ars. Si comincia dai diversi interventi previsti in materia ambientale: “stanziati ulteriori 500.000 euro in favore degli enti che gestiscono le riserve naturali in Sicilia, per evitarne la paralisi e i licenziamenti del personale. Destinati 100 mila euro per far realizzare ad Arpa Sicilia il software che permetterà di analizzare ed elaborare i dati della rete di monitoraggio delle zone industriali. Rifinanziati, per il secondo anno, con 200.000 euro, gli incentivi per i cittadini che acquistano un’auto elettrica mentre un apposito emendamento permetterà di accelerare l’aggiornamento del catasto dei terreni percorsi dal fuoco (soprassuoli), facendo intervenire i commissari della Regione nei Comuni inadempienti. A proposito di pubblica amministrazione, sarà obbligatorio pubblicare integralmente tutte le delibere di giunta, di consiglio e le determine dirigenziali, che devono restare pubblicate per 5 anni”.

Numerosi gli emendamenti in tema di imprese, commercio e turismo: “sbloccato l’accesso a 3 milioni di euro per le edicole siciliane, istituiti i Distretti del commercio, ovvero la precisa regolamentazione e promozione da parte della Regione degli esercizi commerciali di vicinato, mentre è passata anche la proposta di istituire con 200 mila euro una sede dell’Enoteca regionale anche a Vittoria, così da coprire il territorio del del sud-est dell’isola, storicamente ad alta vocazione vinicola, e la proposta che prevede di incentivare la tutela degli ex sportellisti nelle agenzie per il lavoro. Altro emendamento da 500 mila euro in favore dei centri di assistenza alle cooperative (istituiti con legge regionale 4/2003), e ulteriori 300.000 in favore delle società sportive che partecipano ai campionati di serie A e B e 50.000 euro per le trasferte degli artisti da e per gli aeroporti siciliani in occasione di manifestazioni ed eventi musicali di grande richiamo turistico, organizzati nelle zone interne del territorio della Regione. Infine, sarà istituita una Commissione tecnica regionale, che avrà il compito di supportare l’amministrazione e i Comuni nell’individuare, redigere e realizzare azioni in materia di cammini e di turismo sostenibile. Si estende poi anche agli operatori della pesca artigianale e alle imprese autonome appartenenti alla piccola pesca, la possibilità di accedere al fondo di solidarietà regionale della pesca destinato alla concessione di contributi per chi è stato colpito da calamità”.

Molto corposo il ventaglio di emendamenti dedicati alle persone con disabilità e ai minori. Mezzo milione di euro per la creazione di spiagge per diversamente abili in provincia di Messina e l’attivazione di Strutture abitative riabilitative, ovvero strutture residenziali terapeutico-riabilitative pubbliche di piccole dimensioni dove i degenti svolgono attività di riabilitazione psichiatrica e psicosociale di assistenza territoriale. “I certificati medici per gli atleti con disabilità siano rilasciati gratuitamente dalle Asp, (stanziamento di 100 mila euro), mentre è stato approvato un contributo di mille euro per ogni disabile gravissimo siciliano che  usa apparecchiature elettromedicali. Passati poi emendamenti che prevedono: uno stanziamento  di 100 mila euro per gli atleti disabili, finalizzato a sostenere le spese di trasporto; l’istituzione di un “Tavolo tecnico per la tutela dei diritti dei minori” finalizzato a combattere efficacemente il disagio giovanile e la dispersione scolastica. Sempre in ambito di assistenza, un contributo concreto ai malati oncologici e di alopecia viene dall’emendamento con cui la Regione erogherà ai malati oncologici (che per via delle cure perdono i capelli) e di alopecia: 300 euro per l’acquisto di protesi tricologiche (parrucche), per uno stanziamento complessivo di 500 mila euro. Infine, tra le opere pubbliche di maggiore rilievo, grazie a emendamenti M5S sono stati ottenuti finanziamenti per gli edifici storici di Favara e per la Scalinata monumentale di Santa Maria del Monte, a Caltagirone, oltre che per lo stadio di Termini Imerese”.

Altri emendamenti hanno riguardato in particolare la provincia di Messina: previste risorse per gli albergatori di Vulcano (200 mila euro) e per la mostra sul sisma del 1908, oltre che per la realizzazione di una strada di collegamento tra la Statale 114 e il villaggio di Santo Stefano Briga, con punti di accesso nei villaggi interclusi. La Regione avocherà a sé il progetto di riqualificazione ambientale della vallata San Stefano.

Messina, risorse per gli albergatori di Vulcano e per la mostra sul sisma del 1908: approvati due emendamenti targati De Luca (M5S)

Fondi per gli albergatori di Vulcano e per la realizzazione della mostra sul terremoto del 1908 al Museo regionale di Messina. Con due diversi emendamenti presentati in sede di approvazione della finanziaria regionale, il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca ottiene due importanti risultati per il comprensorio messinese. Nello specifico, nel documento finanziario sono stati previsti 200mila euro per ristorare le strutture alberghiere dell’isola di Vulcano (Comune di Lipari) per le perdite subite a far data dal primo ottobre 2021 per effetto dell’intensificazione delle attività vulcaniche e della chiusura disposta con ordinanza del Comune di Lipari. L’Assessorato delle attività produttive stabilirà con decreto da emanare entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge i criteri di ripartizione dei contributi, previa concertazione con le associazioni di categoria maggiormente rappresentative delle strutture presenti sul territorio dell’isola di Vulcano.

Altri 200mila euro andranno per la realizzazione e l’allestimento di una mostra permanente al Museo regionale di Messina dedicata agli eventi relativi al sisma del 1908. Destinata anche una ulteriore somma di 50mila euro l’anno per il mantenimento e la promozione della mostra. “Con questa dotazione economica ho dato concretezza alla mia legge con cui pochi mesi fa è stata istituita la giornata del ricordo del terremoto del 1908 e finalmente la nostra città potrà raccontare questa importante storia ai giovani messinesi e ai tanti turisti che la visiteranno”, si legge nella nota.

C’è inoltre un altro emendamento targato Antonio De Luca riguardante la realizzazione di  una strada che colleghi la statale 114 con il villaggio di Santo Stefano Briga in Messina con punti di accesso nei villaggi interclusi, anche al fine di agevolare la via di fuga in caso di eventi calamitosi. Su questo fronte il parlamentare del Movimento Cinque Stelle ha  fissato un timing ben preciso, in base al quale l’ufficio speciale per la progettazione della Regione Siciliana, entro 30 giorni dall’entrata in vigore della  legge, avoca a sé il progetto di riqualificazione ambientale della vallata S. Stefano relativo alla realizzazione di interventi di  prevenzione, mitigazione del rischio idraulico e riqualificazione fluviale del torrente S. Stefano e delle opere per la difesa della fascia costiera a salvaguardia dei centri abitati redatto dall’Ufficio di Genio Civile di Messina;  ed entro 180 giorni dall’avocazione del progetto, l’ufficio speciale per la progettazione della Regione Siciliana redige la progettazione esecutiva completa di computo metrico estimativo, al fine di rendere l’opera finanziabile e cantierabile.

Finanziaria: assegnati fondi per avviare decentramento nei comuni capoluogo Città Metropolitane

Con il comma 15, approvato all’interno dell’articolo 13 sulle riserve destinate ai Comuni, fortemente voluto da Fratelli d’Italia, si prevede una quota pari al 2% a valere sulle assegnazioni a favore dei comuni capoluogo delle città metropolitane per avviare concretamente il processo di decentramento in capo alle circoscrizioni comunali. “Le risorse sono fondamentali – dice la capogruppo di Fratelli d’Italia Elvira Amata – dopo l’approvazione a Messina del regolamento da parte del consiglio comunale. Con l’esperienza di assessore al comune di Messina – aggiunge Amata – ho potuto verificare l’importanza dei quartieri che sono i nostri occhi sul territorio. Pertanto, dare loro un minimo di indipendenza economica mi sembra assolutamente utile ed indispensabile. In base a questo principio ho ritenuto fondamentale provvedere a rendere autonoma la gestione dei quartieri per gli interventi ordinari. Questa scelta potrebbe in futuro scongiurare malumori come quelli che oggi hanno portato Messina al referendum di Montemare”, conclude Elvira Amata.
Infine, altre risorse sono state destinate, sempre su proposta di FdI, ai comuni che hanno ottenuto il riconoscimento della “bandiera lilla” per avere promosso e favorito il turismo da parte di persone con disabilità; per esempio, avendo attrezzato i litorali in modo accessibile e senza barriere architettoniche.

Realmonte. Catanzaro: grazie ad emendamento Pd 470 mila euro per campo sportivo

“Dopo 7 lunghissimi anni Realmonte avrà di nuovo il suo campo di calcio comunale”. Lo annuncia con soddisfazione Michele Catanzaro parlamentare regionale del partito democratico. “La notte scorsa, durante i lavori della finanziaria – continua il parlamentare Pd – sono riuscito a far approvare un emendamento che prevede lo stanziamento di 470 mila euro per la ristrutturazione e la riqualificazione del campo di calcio comunale. E’ una bellissima notizia, grazie all’emendamento, infatti sarà possibile il completo recupero della struttura al servizio delle attività sportive del territorio e domani, proprio al Madison di Realmonte, avrò il piacere di condividerla durante l’evento “Una buona Regione” organizzato dal gruppo parlamentare del Partito democratico per parlare di sviluppo del territorio.
Sono queste le buone ragioni che mi spingono a lavorare con sempre crescente entusiasmo – conclude Catanzaro – , è questa la buona Regione che voglio costruire”.