fbpx

Policlinico Messina, Coas fa notare: “sugli stipendi manca voce indennità di vacanza contrattuale”

Policlinico G. Martino

Il sindacato avanza delle richieste Commissario Straordinario dell’AOU Policlinico “G. Martino”

Mancata corresponsione della voce stipendiale “Indennità Vacanza Contrattuale/Anticipazione” al personale della Dirigenza Medica e Sanitaria e Docente. E’ quanto fa notare in un esposto il sindacato Co.A.S. Medici Dirigenti di Messina, in seguito alle numerose segnalazioni pervenute da parte della Dirigenza Medica, Sanitaria (Farmacisti, Biologi, etc.) e dei Docenti del Policlinico G. Martino. “Abbiamo riscontrato l’effettiva mancata corresponsione della voce stipendiale Indennità Vacanza Contrattuale/Anticipazione. La Legge 30 dicembre 2018, n. 145 (Legge di Bilancio 2019) al comma 440 dell’articolo 1, prevede che, nelle more della definizione dei contratti collettivi di lavoro e dei provvedimenti negoziali relativi al triennio 2019-2021, si dà luogo, in deroga alle procedure previste dai rispettivi ordinamenti, all’erogazione dell’anticipazione di cui all’articolo 47-bis, comma 2, del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, nonché degli analoghi trattamenti disciplinati dai provvedimenti negoziali relativi al personale in regime di diritto pubblico”, si legge nella nota.

Il Co.A.S. Medici Dirigenti, “al fine di garantire l’effettivo rispetto dei principi democratici, nonché di trasparenza, buon andamento e imparzialità dell’azione della P.A. sanciti dall’art. 97 della Costituzione”, chiede al sig. Commissario Straordinario dell’AOU Policlinico “G. Martino” con urgenza di:

  1. Effettuare un accertamento teso a individuare tutti quei dirigenti Medici, Sanitari (Farmacisti, Biologi, etc.) e Docenti che a tutt’oggi non hanno avuto corrisposto la prevista voce stipendiale: Indennità Vacanza Contrattuale/Anticipazione;
  2. Corrispondere a quanti non hanno percepito la predetta indennità entro e non oltre il mese di giugno p.v.;
  3. Assoggettare a tassazione separata gli importi arretrati antecedenti all’anno 2022 in applicazione dell’art. 17, comma 1, lettera b), del TUIR e s.m.i.;
  4. Sapere dal CS i motivi che sono alla base di quella che a noi appare una condotta omissiva e lesiva dei diritti contrattuali dei dipendenti inerenti la mancata corresponsione, da ben due anni, dell’Indennità di Vacanza Contrattuale/Anticipazione.

“La presente vale, anche, quale espressa richiesta di informazioni in virtù dei principi generali dell’attività amministrativa di cui alla Legge n. 241/1990 come s.m.i. (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi) affinché ciascuno degli altri destinatari in indirizzo e p.c., verifichino le nostre contestazioni/segnalazioni circa le, a nostro parere, palesi violazioni delle normative vigenti, fornendo con urgenza adeguate risposte, ognuno, in ragione delle proprie competenze, l’eventuale esito della stessa e quant’altro possa ritenersi utile”, conclude l’esposto a firma del Vice Segretario Aziendale, dott. Emilio Cortese.