fbpx

Messina, “Make Sport Not War”: l’arte e Vincenzo Nibali per dire no alla guerra | FOTO e INTERVISTE

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

I saloni di Palazzo Zanca a Messina ospitano l’installazione artistica “Make sport Not War” e la mostra fotografica dedicata a Vincenzo Nibali: la bellezza e i valori dello sport per dire no alla guerra

Make Sport Not War”, un modo di dire mutuato dal “fate l’amore non fate la guerra”, divenuto “fate sport non fate la guerra”. Un consiglio che ci sentiamo di sposare a pieno. Lo sport, i suoi valori fondamentali, i suoi campioni come esempi da seguire: un messaggio forte per dire no a qualsiasi forma di violenza, prima fra tutte l’escalation che porta al punto di non ritorno quello del conflitto. Mentre in Ucraina si combatte ormai da oltre due mesi, l’Italia si appresta ad ospitare il Giro d’Italia 2022, partito quest’oggi da Budapest, ma pronto a sbarcare in Sicilia per risalire la Penisola. In previsione della 5ª tappa con arrivo a Messina, i saloni di Palazzo Zanca hanno ospitato una splendida installazione artistica dal titolo “Make Sport Not War”, alla quale è stata abbinata la mostra fotografica dedicata al simbolo assoluto del ciclismo messinese, siciliano e italiano, “Lo Squalo” Vincenzo Nibali.

Messina, “Make Sport Not War”. Giuseppe Livoti: “il Giro d’Italia e gli artisti di Reggio e Messina per dire no alla guerra” | VIDEO

Messina, “Make Sport Not War”. Marisa Arena spiega le finalità della mostra | VIDEO