Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWS

Messina, 3° Congresso Territoriale Uiltec: come guerra e pandemia hanno investito tessuto sociale, economico e lavorativo

A Messina si è svolto il 3° Congresso Territoriale della Uiltec: uno sguardo su come la pandemia da Covid-19 e la guerra in Ucraina

Si è svolto, presso l’Eolian Milazzo Hotel, il 3° Congresso Territoriale della Uiltec di Messina, la categoria che rappresenta i lavoratori dei settori tessile, dell’energia e della chimica. Al Congresso hanno partecipato il segretario nazionale organizzativo della Uiltec Andrea Bottaro, il segretario generale della Uiltec Sicilia Giuseppe Di Natale e il segretario generale della Uil Messina Ivan Tripodi. L’assemblea congressuale si è aperta con la relazione del segretario territoriale Carlo Caruso ed è stata caratterizzata da un ricco ed appassionato dibattito. Lo slogan del congresso è stato: “se non ora, Quando…”.

I principali argomenti emersi dal confronto congressuale hanno riguardato gli eventi che negli ultimi anni hanno maggiormente investito il tessuto sociale, economico e lavorativo sia locale che nazionale e non solo, vale a dire: la pandemia da Covid-19 e la guerra in Ucraina. Ci si è concentrati soprattutto sull’impatto che questi hanno avuto e stanno ancora determinando sugli equilibri dell’economia mondiale e sul processo della transizione energetica.
Unitamente a questi attualissimi temi, si è affrontato il dramma delle morti bianche, e le problematiche della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché della tutela dell’ambiente, a partire dalla specifica situazione di alcune realtà ed insediamenti industriali del nostro territorio.

Il quadro presentato durante il Congresso è stato molto variegato e analitico, caratterizzato dalle molteplici incertezze e criticità economico-sociali che possono, comunque, anche rappresentare nuove opportunità da cogliere al fine di dare concrete risposte occupazionali. La società odierna sta mutando molto rapidamente ed appare sempre più indispensabile il ruolo del sindacato al fine di salvaguardare e tutelare il capitale umano.

Questo è il momento di cambiare. E’ il momento di trovare soluzioni alternative e di governare il cambiamento: è un processo delicato e complicato, sta a noi renderlo il più congeniale possibile alle esigenze dei lavoratori”, ha così affermato Carlo Caruso, segretario generale uscente della Uiltec di Messina. I lavori congressuali si sono conclusi con l’elezione del nuovo gruppo dirigente che guiderà la Uiltec nel prossimo quadriennio: Tindaro Marchese è stato eletto nuovo segretario generale territoriale della Uiltec. La segreteria è composta da: Giovanni Caragliano, segretario organizzativo, e Angelo Rapisarda; il tesoriere è Stefano Trifirò. Sono stati, altresì, eletti i funzionari: Giovanni Triolo, Giuseppe Giorgianni e Giovanni Andriolo.